Abuso sessuale-Violenza sessuale-stupro

Abuso sessuale

L’abuso sessuale è qualsiasi tipo di contatto sessuale forzato o forzato o comportamento che si verifica senza consenso. L’abuso sessuale include stupro o tentato stupro, abuso sessuale di minori e molestie sessuali o minacce. Quasi una donna su cinque è stata violentata e quasi la metà delle donne ha subito un altro tipo di abuso sessuale.  Se hai subito abusi sessuali, non è colpa tua.

Cos’è l’abuso sessuale?

L’abuso sessuale è qualsiasi tipo di attività sessuale, incluso lo stupro, senza consenso. L’abuso sessuale, chiamato anche violenza sessuale, non è mai colpa della vittima.

Cos’è la violazione?

Il Dipartimento di Giustizia definisce lo stupro come: “La penetrazione, per quanto leggera, della vagina o dell’ano con qualsiasi parte del corpo o dell’oggetto, o la penetrazione orale da parte di un organo sessuale di un’altra persona, senza il consenso della vittima”. Questa definizione legale viene utilizzata dal governo federale per raccogliere informazioni dalla polizia locale sulle violazioni. La definizione di stupro può essere leggermente diversa nella tua comunità.

È anche una violazione quando non puoi dare il tuo consenso fisicamente, ad esempio se sei ubriaco, perdi conoscenza o sei sotto l’effetto di droghe alcol. È anche una violazione quando non puoi dare il tuo consenso legalmente, ad esempio se sei minorenne.

Cosa include l’abuso sessuale?

L’abuso sessuale può includere: 

  • Qualsiasi tipo di contatto sessuale con qualcuno che non può dare il  consenso , come minori, persone con disabilità intellettive o persone incoscienti
  • violazione
  • Tentativo di violazione
  • Coercizione sessuale
  • Contatto sessuale con un bambino
  • Incesto (contatto sessuale tra i membri della famiglia)
  • Toccare o toccare indesiderati sopra o sotto i vestiti

L’abuso sessuale può anche essere verbale o visivo. È tutto ciò che costringe una persona a partecipare a contatti o attenzioni sessuali indesiderati. Alcuni esempi includono: 

  • Voyeurismo, o sbirciare (quando qualcuno guarda atti sessuali privati senza il consenso di coloro che sono coinvolti)
  • Esibizionismo (quando qualcuno è esposto in pubblico)
  • Molestie o minacce sessuali
  • Costringere qualcuno a posare per immagini sessuali

Cosa significa “consenso” in termini di abuso sessuale?

Il consenso si riferisce ad un chiaro “sì” per svolgere un’attività sessuale. Dire “no” non significa che non hai dato il tuo consenso.

Dare il tuo consenso significa:

  • Che tu sappia e capisca cosa succede (non sei incosciente, debole o intellettualmente disabile).
  • Che tu sai cosa vuoi fare
  • Che hai la possibilità di dire quello che vuoi fare.
  • Che sei sobrio (non sotto l’effetto di alcol o droghe).

A volte,   non puoi dare il tuo consenso legale a un’attività oa un contatto sessuale. Ad esempio, se:

  • Sei minacciato, costretto, costretto o manipolato per dare il tuo consenso
  • Non hai la capacità fisica per farlo (sei ubriaco, drogato, svenuto o addormentato)
  • Non hai la capacità mentale di farlo (a causa di malattia o disabilità)
  • Hai meno di 16 anni (nella maggior parte dei paesi) o 18 anni (negli altri paesi)

ricordate:

  • Il consenso è un processo continuo , non una domanda una tantum. Se dai il tuo consenso a partecipare a un’attività sessuale, puoi cambiare idea e scegliere di smettere, anche dopo aver iniziato l’attività sessuale.
  • Avere dato il tuo consenso in passato non significa che lo darai in futuro.  Il fatto di aver dato il tuo consenso in  passato a partecipare a un’attività sessuale non significa che devi dare il tuo consenso  orao in  futuro.
  • Accettare di partecipare a certe attività sessuali non significa dare il consenso per tutti i tipi di attività sessuale.  Se accetti di partecipare ad un’attività sessuale, è solo per i tipi di attività sessuali con cui ti senti a tuo agio in quel momento con quel partner.

Cosa NON è considerato consenso in caso di abuso sessuale?

  • Silenzio.  Il fatto che qualcuno non dica “no” non significa che si dica “sì”.
  • Hanno precedentemente dato il consenso.  Il fatto che qualcuno abbia detto “sì” in passato non significa che lui dica “sì” nel presente. Il consenso deve essere parte di ogni attività sessuale, sempre.
  • Essere in una relazione  Essere sposati, uscire con qualcuno o avere contatti sessuali con qualcuno in passato non significa che al momento ci sia il consenso.
  • Essere sotto l’influenza di alcol o droghe.  
  • Non difenderti  Non difendersi fisicamente non significa che ci sia consenso.
  • Vestiti sexy, danze o flirt.  Solo “sì” significa “sì”.

Cos’è la coercizione sessuale?

Non tutti gli abusi sessuali implicano un attacco fisico. La coercizione sessuale è un’attività sessuale indesiderata che accade dopo che una persona è sotto pressione, ingannata o costretta in modo non fisico.

Chiunque può usare la coercizione, ad esempio, mariti, partner, fidanzati, amici, colleghi di lavoro, capi o appuntamenti.

Quali sono alcuni esempi di coercizione sessuale?

La coercizione sessuale può essere una pressione sociale o emotiva per costringere qualcuno a partecipare a un’attività sessuale che non vuole o non accetta. Controlla la tabella qui sotto per i modi in cui qualcuno potrebbe usare la coercizione sessuale:

Esempi di coercizione sessuale
Modi in cui qualcuno potrebbe usare la coercizione sessuale Cosa può dire
Chiedi di fare sesso ancora e ancora fino a quando non finisci, o ti fa sentire male, colpevole o forzato
  • “Se mi amassi davvero, lo faresti.”
  • “Andiamo, è il mio compleanno!”
  • “Non sai cosa mi stai facendo.”
Ti fanno sentire troppo tardi per dire di no
  • “Ma mi hai già emozionato.”
  • “Non puoi chiedere a un uomo di fermarsi.”
Dì che  non avere rapporti sessuali influirà sul tuo rapporto
  • “Tutto è perfetto, perché devi rovinarlo?”
  • “Finirò con te se non fai sesso con me.”
Mentire o minacciare di diffondere voci su di te
  • “Tutti pensano che l’abbiamo già fatto, quindi perché non lo fai.”
  • “Ad ogni modo, dirò a tutti che l’hai fatto.”
Fai promesse
  • “Ti ricompenserò.”
  • “Sai che ho molti contatti.”
Minacciare i tuoi figli o altri membri della famiglia
  • “Farò questo a tua figlia se non lo fai con me.”
Minacciandoti con il tuo lavoro, casa o carriera
  • “Rispetto davvero il tuo lavoro qui, odio per qualcosa che possa cambiare la situazione.”
  • “Non ho ancora deciso chi riceverà i bonus quest’anno”.
  • “Non preoccuparti di affittare, ci sono altre cose che puoi fare”.
  • “Lavori tanto, sarebbe imbarazzante se non avessi un A”.

Come posso rispondere in questo momento alla coercizione sessuale?

La coercizione sessuale non è colpa tua. Se ti senti sotto pressione facendo qualcosa che non vuoi fare, faglielo sapere o allontanati dalla situazione. È meglio porre fine a una relazione o ferire i sentimenti di qualcuno piuttosto che fare qualcosa per cui non ti senti pronto o che non sei disposto a fare.

Alcune risposte possibili sono:

  • “Voglio lo stesso di te, ma non sono pronto a fare sesso.”
  • “Se ti interessa davvero, rispetterò che non voglio fare sesso.”
  • “Non ti devo nessuna spiegazione o niente del genere.”

Sii chiaro e diretto con la persona che ti sta premendo. Digli come ti senti e cosa non vuoi fare. Se l’altra persona non ti ascolta, scappa dalla situazione. Se tu o la tua famiglia siete a rischio fisico, cercate di allontanarvi dalla persona il più rapidamente possibile. Chiama il 117 se sei in pericolo immediato.

Come posso ottenere aiuto dopo aver subito la coercizione sessuale?

Alcuni atti di coercizione sessuale vanno contro la legge o violano le politiche delle scuole o dei luoghi di lavoro. Se hai meno di 18 anni, di ‘ad un adulto di fiducia cosa è successo. Se sei maggiorenne, valuta di parlare con qualcuno su come ottenere aiuto e come denunciare la persona alle autorità locali. Puoi parlare con un consulente, il dipartimento delle risorse umane o la polizia locale.

Chi soffre di abusi sessuali?

L’abuso sessuale può capitare a chiunque di qualsiasi età, razza o origine etnica, religione, abilità, aspetto, orientamento sessuale o identità di genere. Tuttavia, le donne hanno tassi più elevati di abusi sessuali rispetto agli uomini.

  • Donne. Una donna su tre, poco meno di 7 milioni di donne tra i 16 e i 70 anni. Più di una donna su cinque afro-americana e bianca e una donna su otto ispanica sono state violentate. 
  • Giovani donne  La maggior parte delle donne che sono state violentate avevano meno di 25 anni al momento dello stupro. Quasi la metà delle vittime di stupro aveva meno di 18 anni. 
  • Men. Quasi il 6% degli uomini ha subito coercizione sessuale e quasi l’11% ha avuto contatti sessuali indesiderati. 
  • Lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT, per il suo acronimo in inglese).  Le donne bisessuali hanno tassi più elevati di abusi sessuali rispetto alle lesbiche e agli eterosessuali. Quasi la metà di tutte le donne bisessuali è stata violentata. Le donne lesbiche e bisessuali hanno anche tassi di violenza sessuale più alti da parte di un partner rispetto alle donne eterosessuali. Più della metà delle persone transgender ha subito abusi sessuali.

Chi commette abusi sessuali?

A volte, l’abuso sessuale è commesso da uno sconosciuto. Ma più spesso, tuttavia, è commesso da qualcuno che conosci, come un amico, un conoscente, un parente, una data o un partner.

Sia le donne che gli uomini commettono abusi sessuali, ma quasi il 99% di tutte le persone denunciate per abuso sessuale sono uomini. Sei su 10 sono bianchi. La maggior parte delle vittime di abusi sessuali conosce la persona che le ha abusate. 

Posso essere abusato sessualmente dal mio partner o consorte?

Sì. L’abuso sessuale è un’attività sessuale indesiderata, non importa con chi è fatta.

Gli abusi sessuali da parte delle persone con cui si ha una relazione intima sono comuni. Più della metà delle vittime di stupro sono state violentate dai loro partner. 

Cosa faccio se sono stato vittima di abusi sessuali?

Se sei in pericolo o hai bisogno di assistenza medica, chiama il 911.  Se puoi, allontanati dalla persona che ti ha abusato e vai in un posto sicuro il più rapidamente possibile.

Se hai subito abusi sessuali o stupri, ci sono altre cose importanti che puoi fare immediatamente:

  • Salva tutto ciò che il DNA dell’attaccante potrebbe avere.  Per quanto sia difficile non lavarlo, se lo fai, potresti eliminare prove importanti. Non spazzolare, pettinare o pulire nessuna parte del tuo corpo. Non cambiare i vestiti, se possibile. Non toccare o modificare nulla nel luogo in cui si è verificato l’abuso. In questo modo, la polizia locale avrà prove fisiche della persona che ha abusato di te.
  • Vai al pronto soccorso più vicino al più presto possibile.  Devi essere esaminato e le tue ferite sono guarite. Potresti ricevere una medicina per prevenire l’HIV e altre  infezioni sessualmente trasmesse (IST) e contraccezione d’emergenza per prevenire la gravidanza. Un medico o un infermiere utilizzerà un kit di stupro per raccogliere prove. Questo può includere fibre, capelli, saliva, sperma o vestiti lasciati dall’aggressore. Non devi decidere se presentare le spese o meno mentre sei in ospedale.
    • Se pensi di essere stato drogato, chiedi al personale dell’ospedale di fare test di stupro durante un appuntamento , come Rohypnol e Gammahydroxybutyrate (GHB), tra gli altri farmaci.
    • Lo staff dell’ospedale può anche metterti in contatto con il centro di crisi locale in caso di violazione. Lo staff può aiutarti a prendere decisioni su come denunciare gli abusi sessuali e ottenere aiuto attraverso i gruppi di consulenza e supporto.
  • Cerca aiuto  Chiama un amico fidato o un parente o chiama un centro di crisi o un servizio di assistenza. I centri di crisi e le linee di assistenza hanno volontari e consulenti formati che possono aiutarti a trovare supporto e risorse a te vicine. 
  • Segnalate gli abusi sessuali alla polizia: chiamate il 117.  Un consulente può aiutarti a capire come denunciare il crimine. Sebbene queste chiamate siano gratuite, potrebbero essere visualizzate sulla bolletta del telefono. Se pensi che la persona che ha abusato sessualmente possa controllare la bolletta del telefono, prova a chiamare dal telefono di un amico o da un telefono pubblico.
  • Annota i dettagli della persona che ha abusato sessualmente di te e di quello che è successo.

Come posso ottenere aiuto dopo aver subito abusi sessuali?

Dopo gli abusi sessuali, potresti provare paura, vergogna, senso di colpa o shock. Questi sentimenti sono normali. Ma l’abuso sessuale non è mai colpa tua. Può essere spaventoso pensare di parlare dell’aggressore, ma è importante ricevere aiuto. Puoi chiamare organizzazioni in qualsiasi momento, giorno e notte. Le chiamate sono gratuite e confidenziali .

il Dipartimento per le Pari Opportunità ha messo in campo il numero di pubblica utilità 1522 che, nato per il sostegno e l’ascolto delle donne in difficoltà, è ora diventato anche un importante riferimento per tutte le vittime di stalking: il numero è attivo tutti i giorni per 24 ore al giorno e, oltre ad essere completamente gratuito sia da fisso sia da mobile, è disponibile in più lingue. 

Come posso ridurre il rischio di abusi sessuali?

Non puoi sempre prevenire l’abuso sessuale. Se sei vittima di abusi o se ti trovi in ​​una situazione che sembra non sicura, non è colpa tua. Tuttavia, è possibile adottare misure per mantenersi al sicuro in generale: 

  • Vai a feste o riunioni con gli amici.  Arriva insieme, rimani in contatto e parti insieme. Parla dei tuoi piani per la notte, in modo che tutti sappiano cosa aspettarsi.
  • Prenditi cura dei tuoi amici e chiedi loro di prendersi cura anche di te.  Se un amico sembra essere fuori di testa, troppo ubriaco per la quantità di alcol che ha consumato, ha uno strano comportamento o sembra troppo ubriaco per tenersi al sicuro in generale, portarla in un posto sicuro. Chiedi ai tuoi amici di fare lo stesso per te.
  • Avere un “codice” con i tuoi amici e familiari che significa “Vieni a trovarmi, ho bisogno di aiuto” o “Chiamami simulare una falsa emergenza”. Chiamali o invia loro un messaggio di testo e usa il codice per far loro sapere che hai bisogno di aiuto.
  • Scarica un’applicazione sul tuo telefono.  Puoi scaricare app gratuite che puoi utilizzare se ti senti insicuro o minacciato. Alcune applicazioni condividono la tua posizione con i tuoi amici o la polizia se hai bisogno di aiuto. Puoi anche configurare un’applicazione per inviarti messaggi di testo per tutta la notte per assicurarti di essere al sicuro. Se non rispondi, l’applicazione avviserà la polizia.
  • Evitare di bere da punch o altri contenitori che possono essere facilmente alterati (quando l’alcol viene aggiunto a una bevanda senza permesso). Se pensi che tu o uno dei tuoi amici sia stato drogato, chiama la polizia. Dì loro cosa è successo in modo che possano fare i test appropriati per i farmaci specifici.
  • Conosci i tuoi limiti quando consumi alcol o droghe.  Non permettere a nessuno di spingerti a bere o fare più di quello che vuoi.
  • Fidati del tuo istinto.  Se sei solo con qualcuno che non conosci o non ti fidi, vattene. Se ti senti a disagio in una situazione per qualsiasi motivo, vattene. Sei l’unica persona in grado di determinare se ti senti sicuro o meno.
  • Conosci i tuoi dintorni  Soprattutto se cammini da solo, evita di parlare al telefono o di ascoltare musica con le cuffie. Cammina attraverso aree trafficate e ben illuminate, specialmente di notte.

C’è qualche relazione tra alcol e droghe e abuso sessuale?

Sì. L’abuso sessuale e l’alcol spesso vanno di pari passo. Alcune ricerche mostrano che fino a tre aggressori su quattro avevano bevuto al momento dell’attacco. 

Le indagini mostrano anche che circa la metà delle vittime di abusi sessuali aveva bevuto. 11 Tuttavia, ciò non significa che l’alcol causi abusi sessuali. Molti criminali usano l’alcol come strumento per diminuire la capacità di una persona di acconsentire, resistere, capire cosa sta succedendo o ricordare l’abuso. Possono approfittare della vittima che si era già ubriacata o incoraggiarli a bere più del solito.

Alcuni criminali usano anche droghe chiamate “ stupro durante un appuntamento “. Questi farmaci sono collocati in bevande, comprese le bevande non alcoliche, o nel cibo senza la conoscenza della vittima. I farmaci possono causare perdita di memoria, quindi le vittime potrebbero non sapere cosa è successo. Alcuni trasgressori usano anche altre droghe, come ecstasy, marijuana o pillole da prescrizione. Possono dare farmaci a una persona che li consuma di loro spontanea volontà, oppure possono drogarli senza il loro consenso.

Una persona ubriaca, drogata o sotto l’effetto di droghe non può dare il suo consenso. Senza consenso, l’attività sessuale è un abuso sessuale.

L’abuso sessuale causa effetti sulla salute a lungo termine?

Sì, l’abuso sessuale può causare effetti sulla salute a lungo termine. Le persone che sono state vittime di abusi sessuali hanno più probabilità di presentarsi: 

  • Frequenti mal di testa
  • Dolore a lungo termine
  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Scarsa salute fisica e mentale

Altri effetti sulla salute possono includere: 

  • Ansia acuta, stress o paura
  • Abuso di alcol o droghe
  • depressione
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Infezioni sessualmente trasmissibili (IST)
  • gravidanza
  • Auto-flagellazione o suicidio

Come posso aiutare qualcuno che ha subito abusi sessuali?

Puoi aiutare un amico o un familiare che ha subito abusi sessuali ascoltando, confortando e non giudicando. Rafforzare il messaggio che non è stata colpa loro e che è naturale provare rabbia, confusione o imbarazzo o qualsiasi combinazione di sentimenti.

Chiedi alla persona amata se vuole che tu vada in ospedale o in terapia. Se decidi di denunciare il crimine alla polizia, chiedigli se vuole che tu lo accompagni. Fagli sapere che puoi trovare un aiuto professionale. Parlagli delle  linee guida per chiamare e parlare con qualcuno. 

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. 
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.   riferimenti : niddk.nih.gov

Leggi il Disclaimer .
Tratto da    http://www.corpo-e-mente.com