Controllo intestinale

Cos’è un problema di controllo intestinale?

Avete un problema di controllo dell’intestino se depone accidentalmente feci solide o liquide o muco dal retto. Tra intestinale problemi di controllo incapacità di controllare una deposizione di raggiungere una toilette e sgabello involontario in mutande è incluso. Le feci sono rifiuti solidi che vengono depositati e includono cibo non digerito, batteri, muco e cellule morte. Il muco è un liquido trasparente che copre e protegge i tessuti del sistema digestivo.

Un problema di controllo intestinale, chiamato anche incontinenza fecale, può essere fastidioso e imbarazzante. La maggior parte delle persone con problemi di controllo intestinale si sentono in imbarazzo e cercano di nascondere il problema. Potrebbero non voler lasciare la loro casa per paura di perdere il controllo del loro intestino in pubblico. È possibile isolarsi da amici e familiari.

I problemi di controllo intestinale sono spesso causati da problemi medici e possono essere trattati. Se hai un problema di controllo intestinale, non aver paura di parlare con il medico. Il medico potrebbe essere in grado di aiutarti.

Chi ha problemi di controllo intestinale?

I problemi del controllo intestinale colpiscono circa uno ogni 12 persone. Le persone di qualsiasi età possono avere problemi di controllo intestinale, sebbene siano più comuni negli anziani. Ci sono solo più donne che hanno problemi di controllo intestinale rispetto agli uomini. Se hai uno dei seguenti sintomi, è più probabile che tu abbia un problema di controllo intestinale:

  • diarrea, che è la deposizione di feci molli e fluide tre o più volte al giorno
  • urgenza, o la sensazione di avere poco tempo per andare in bagno per un movimento intestinale
  • una malattia o una lesione che danneggia il sistema nervoso
  • Scadente prodotto di salute generale di più malattie croniche o prolungate
  • difficile ferita di nascita di pavimento pelvico muscoli, legamenti e tessuti che sostengono l’utero, la vagina, la vescica e del retto

Qual è il tratto gastrointestinale?

Il tratto gastrointestinale è una serie di organi cavi uniti in un lungo tubo a zigzag che va dalla bocca all’ano, l’apertura in cui le feci lasciano l’organismo. Il tratto gastrointestinale inferiore è composto dall’intestino crasso, che comprende il colon e il retto e l’ano. Gli intestini sono talvolta noti come visceri.

Il tuo corpo digerisce il cibo mentre viaggia attraverso il tratto gastrointestinale. I rifiuti lasciati dal cibo digerito entrano nell’intestino crasso come un liquido. L’intestino crasso assorbe acqua e cambia il liquido e lo converte in feci. Le feci passano dal colon e nel retto, dove vengono immagazzinate fino al momento del movimento intestinale. Lo sgabello transita dal retto all’ano e da lì fuori dal corpo.

Come funziona il controllo intestinale?

Il controllo intestinale dipende dai muscoli e dai nervi dell’ano e del retto che lavorano insieme per il seguente:

  • mantenere le feci nel retto
  • fagli sapere quando il retto è pieno
  • rilascia lo sgabello quando è pronto

I muscoli a forma di anello si chiudono strettamente attorno all’ano per contenere le feci nel retto finché non sei pronto a liberarli. I muscoli del pavimento pelvico sostengono il retto e la vagina della donna e contribuiscono anche al controllo intestinale.

Che cosa causa problemi di controllo intestinale?

I problemi del controllo intestinale possono avere molte cause. Alcuni dei più comuni sono i seguenti:

  • diarrea
  • costipazione
  • danno muscolare o debolezza
  • danno ai nervi
  • perdita di elasticità nel retto
  • Consegna vaginale
  • emorroidi e prolasso rettale
  • rettocele
  • inattività

La diarrea. La diarrea causa problemi di controllo intestinale perché le feci liquide riempiono il retto più rapidamente di quanto il retto possa allungarsi per trattenerle. La velocità con cui si riempie può rendere più difficile raggiungere il bagno in tempo.

Costipazione. Potresti essere sorpreso di apprendere che la stitichezza, una malattia in cui un adulto ha meno di tre feci a settimana o un bambino ha meno di due feci a settimana, può causare problemi di controllo intestinale. La stitichezza causa sgabelli grandi e duri per distendere il retto e rilassare i sfinteri interni. Successivamente, le feci liquide potrebbero fuoriuscire intorno alle feci dure.

Il tipo di stitichezza che molto probabilmente causa un problema di controllo intestinale si verifica quando una persona tinge erroneamente gli sfinteri e i muscoli del pavimento pelvico invece di rilassarsi. Ad esempio, se provi dolore durante l’esecuzione di un movimento intestinale, potresti inconsciamente imparare a contrarre questi muscoli per ritardare il movimento intestinale e quindi evitare il dolore.

Danno o debolezza muscolare Se i muscoli dello sfintere sono danneggiati o indeboliti, potrebbero non essere abbastanza forti da tenere chiuso l’ano e le feci possono fuoriuscire. I muscoli dello sfintere possono essere danneggiati da uno dei seguenti:

  • trauma
  • infortuni al momento della consegna
  • interventi chirurgici per il cancro
  • interventi chirurgici per rimuovere le emorroidi, che sono vasi sanguigni infiammati dentro e intorno all’ano e parte inferiore del retto

Danni ai nervi Se i nervi che controllano lo sfintere sono danneggiati, i muscoli non possono funzionare come dovrebbero. Danni ai nervi che rilevano la presenza di feci nel retto possono rendere più difficile per te sapere quando devi andare in bagno.

I nervi possono essere danneggiati da quanto segue:

  • nascita
  • una prolungata abitudine di trattenere le feci
  • incidente cerebrovascolare
  • lesioni del midollo spinale
  • malattie che colpiscono i nervi, come il diabete e la sclerosi multipla

Lesioni cerebrali derivanti da ictus, trauma cranico o alcune malattie possono anche causare problemi di controllo intestinale.

Perdita di elasticità nel retto. Se il retto ha cicatrici o è infiammato, diventa intorpidito e non può allungarsi tanto per mantenere le feci. Se il retto è troppo pieno, le feci potrebbero perdere. La radioterapia per il cancro del retto o altri tipi di cancro pelvico può lasciare cicatrici sul retto. Le malattie infiammatorie intestinali, i disturbi cronici che causano irritazione e piaghe nel rivestimento dell’apparato digerente, possono causare l’intorpidimento della parete del retto.

Consegno vagamente. Talvolta il travaglio può causare lesioni ai muscoli e ai nervi del pavimento pelvico. Il rischio è maggiore se

  • Il forcipe è usato per aiutare nel parto
  • il dottore fa un taglio, chiamato episiotomia, nell’area della vagina per impedire alla testa del bambino di lacerare la vagina durante la nascita

I problemi di controllo intestinale legati al parto possono manifestarsi poco dopo il parto o molti anni dopo.

Emorroidi e prolasso rettale. Le emorroidi esterne, che si sviluppano sotto la pelle attorno all’ano, possono impedire la chiusura completa dei muscoli dello sfintere dell’ano. Il prolasso rettale, una malattia che provoca la caduta del retto attraverso l’ano, può anche impedire che i muscoli dello sfintere dell’ano si chiudano abbastanza da prevenire perdite. Piccole quantità di muco o di feci liquide possono fuoriuscire attraverso l’ano.

Rettocele. Se sei una donna, potresti avere un rettocele, una malattia che fa sì che il retto sporga attraverso la vagina. Il rettocele può verificarsi quando il sottile strato di muscoli che separa il retto dalla vagina è indebolito. Le feci possono rimanere nel retto perché il rettocele rende difficile l’evacuazione. Sono necessarie ulteriori informazioni per garantire che il rettocele aumenti il ​​rischio di problemi di controllo intestinale.

L’inattività. Se sei una persona inattiva, soprattutto se passi molte ore al giorno seduto o sdraiato, potresti immagazzinare una grande quantità di feci nel retto. Le feci liquide possono fuoriuscire intorno alle feci più solide. A causa di questo motivo, gli anziani più fragili hanno maggiori probabilità di sviluppare problemi di controllo intestinale correlati alla stitichezza.

Che cosa dico al mio medico del mio problema di controllo intestinale?

Potresti sentirti imbarazzato nel parlare del tuo problema di controllo intestinale, ma il tuo dottore non sarà sorpreso o sorpreso. Più dettagli ed esempi fornisci sul tuo problema, meglio il tuo medico può aiutarti. Devi prepararti a comunicare al tuo medico quanto segue:

  • quando è iniziato il tuo problema di controllo intestinale
  • se è feci liquide o solide che è trapelato
  • se hai emorroidi che sporgono dall’ano quando sollevi oggetti o altre volte e se le emorroidi tornano da sole o le devi spingere con le dita
  • Se il problema si intensifica dopo aver mangiato o se un cibo specifico sembra peggiorare il problema
  • se non riesci a controllare l’emissione di una flatulenza

Il medico probabilmente ti farà domande come la seguente:

  • Quanto spesso hai problemi di controllo intestinale?
  • Perdi solo una piccola feci o perdi tutto il controllo dell’intestino?
  • Hai un bisogno imperativo di deporre o perdere il controllo senza preavviso?
  • Il controllo dello sfintere peggiora quando hai la diarrea o è stitico?
  • In che modo il tuo problema di controllo dell’intestino influisce sulla tua vita quotidiana?

Potresti voler scrivere un diario delle feci per diverse settimane prima di consultare il medico in modo da poter rispondere a queste domande. Un registro di deposizione è una tabella in cui sono documentati i dettagli giornalieri delle tue deposizioni.

Come viene diagnosticata la causa di un problema di controllo dell’intestino?

Per diagnosticare ciò che sta causando il tuo problema di controllo intestinale, il tuo dottore raccoglierà la tua storia clinica, comprese le domande che appaiono nel paragrafo “Cosa devo dire al mio medico riguardo al mio problema di controllo dell’intestino?” Il medico può indirizzarti a uno specialista. chi effettuerà un esame fisico e potrebbe suggerire di eseguire uno o più dei seguenti test:

  • manometria anorettale
  • ecografia endoanale
  • risonanza magnetica (MRI)
  • defecografia
  • sigmoidoscopia flessibile o colonscopia
  • elettromiografia anale (EMG)

Manometria anorettale.La manometria anorettale utilizza sensori di pressione e un palloncino che può essere gonfiato nel retto per controllare la sensibilità del retto e come funziona. La manometria anorettale controlla anche la tensione dei muscoli attorno all’ano. Per prepararsi a questo test, è necessario avere un clistere e fare 2 ore di digiuno prima del test. Un clistere viene fatto introducendo acqua o un lassativo nell’ano usando una pompa speciale per clisteri. Un lassativo è una medicina che dissolve le feci e aumenta i movimenti intestinali. Per questo test, un tubo sottile con un palloncino sulla punta e sensori di pressione sotto il palloncino è posto nell’ano. Una volta che il palloncino raggiunge il retto e i sensori di pressione sono nell’ano, il tubo viene accuratamente rimosso per misurare tonicità e contrazioni muscolari.

Ultrasuoni endoanal. Ultrasuoni utilizza uno strumento chiamato un trasduttore, che invia impulsi ultrasonici sicura e indolore agli organi di creare un’immagine della struttura. Un ultrasuono endoanale è specifico per l’ano e il retto. La procedura viene eseguita in un medico ‘s ufficio o struttura ospedaliera ambulatoriale, effettuata da un tecnico qualificato in particolare e le immagini che sono interpretati da un radiologo, un medico specializzato nella diagnostica per immagini. Non è necessario usare sedativi. Le immagini possono mostrare la struttura dei muscoli dello sfintere anale.

IRM.Le macchine per la risonanza magnetica utilizzano onde radio e campi magnetici per produrre immagini dettagliate di organi interni e tessuti molli senza utilizzare i raggi X. La procedura viene eseguita in un ambulatorio o in un ospedale, viene eseguita da un tecnico appositamente addestrato e le immagini sono interpretate da un radiologo. L’uso di sedativi non è necessario, anche se i farmaci possono essere somministrati per aiutarti a rilassarti se hai paura degli spazi chiusi. La risonanza magnetica può includere l’iniezione di un colorante speciale, chiamato colorante. Nella maggior parte delle apparecchiature MRI, si deve giacere su un tavolo che scorre in un dispositivo a forma di tunnel che può essere aperto o chiuso da un lato; alcuni dei nuovi apparecchi sono progettati per consentire di sdraiarsi sdraiati in spazi più aperti. Le scansioni MRI possono mostrare problemi con i muscoli dello sfintere anale. La risonanza magnetica può fornire più informazioni rispetto agli ultrasuoni endoanalici, in particolare sullo sfintere anale esterno.

Defecografia. Questa radiografia dell’area intorno all’ano e al retto mostra se hai problemi con quanto segue:

  • espellere le feci dal corpo
  • il funzionamento dell’ano e del retto
  • Tendere e rilassare i muscoli del retto

Il test può anche mostrare cambiamenti nella struttura dell’ano o del retto. Per preparare il test, devi eseguire due clisteri. Non puoi mangiare nulla per 2 ore prima del test. Durante il test, il medico riempie il retto con una pasta morbida che appare sulla radiografia e si sente come sgabello. Devi sedere su una toilette all’interno di una macchina a raggi X. Il medico ti chiederà di stringere e stringere i muscoli dello sfintere per evitare perdite e dopo aver forzato come se stavi per sdraiarti. Il radiologo studia le radiografie per cercare problemi nei muscoli del retto, dell’ano e del pavimento pelvico.

Sigmoidoscopia flessibile o colonscopia. Questi test sono simili con la differenza che la colonscopia viene utilizzata per vedere il retto e l’intero colon, mentre la sigmoidoscopia flessibile viene utilizzata per vedere solo il retto e la parte inferiore del colon. Questi test sono eseguiti da un gastroenterologo, un medico specializzato in malattie dell’apparato digerente, in un centro ospedaliero o ambulatorio. Per entrambi i test, il medico ti darà le istruzioni per la preparazione dell’intestino da seguire a casa. Potrebbe essere richiesto di seguire una dieta liquida chiara da 1 a 3 giorni prima di uno qualsiasi dei test. Potrebbe essere necessario assumere un lassativo la sera prima del test. Potresti aver bisogno di uno o più clisteri la sera prima e circa 2 ore prima del test.

Nella maggior parte dei casi, vi verrà somministrato un blando sedativo e probabilmente un analgesico per aiutarvi durante la sigmoidoscopia flessibile. Viene somministrato un sedativo per colonscopia. Per uno qualsiasi dei test, dovresti sdraiarti su una barella mentre il medico inserisce un tubo flessibile nell’ano. Una piccola telecamera nel tubo invia un’immagine video del rivestimento dell’intestino allo schermo di un computer. Il test potrebbe mostrare problemi nel tratto digerente inferiore che potrebbe causare problemi di controllo intestinale. Il medico può anche eseguire una biopsia, una procedura in cui un campione di tessuto viene rimosso dal rivestimento dell’intestino per l’esame al microscopio. Non sentirai la biopsia. Un patologo

Potrebbero verificarsi crampi o gonfiore durante la prima ora dopo questi test. Non è consentito guidare per 24 ore dopo una colonscopia o una sigmoidoscopia flessibile per consentire la scomparsa degli effetti del sedativo. È necessario pianificare il ritorno a casa prima del test. Devi essere completamente guarito il giorno successivo e essere in grado di tornare alla tua dieta normale.

EMG anale. EMG anale controlla la salute dei muscoli del pavimento pelvico e dei nervi che controllano i muscoli. Il medico inserisce un ago metallico molto sottile che attraversa la pelle e raggiunge il muscolo. Il metallo dell’ago riprende l’attività elettrica che i muscoli emettono. L’attività elettrica appare sotto forma di immagini su uno schermo o su un altoparlante. Un altro tipo di EMG anale utilizza piastre in acciaio inossidabile che aderiscono ai lati di un tappo di plastica, invece di un ago. La spina è posizionata nell’ano per misurare l’attività elettrica dello sfintere anale esterno e di altri muscoli del pavimento pelvico. Il test può mostrare se c’è un danno ai nervi che controllano lo sfintere esterno o i muscoli del pavimento pelvico misurando l’attività elettrica media quando

  • si rilassa lentamente
  • Teso per evitare un movimento intestinale
  • costringe a fare un movimento intestinale

Come vengono trattati i problemi di controllo dell’intestino?

Il trattamento per i problemi di controllo intestinale può includere uno o più dei seguenti:

  • nutrizione, dieta e nutrizione
  • farmaci
  • educazione intestinale
  • esercizi per il pavimento pelvico e il biofeedback
  • chirurgia
  • stimolazione elettrica

Cibo, dieta e nutrizione

Alcuni cambiamenti nella tua dieta che possono migliorare il tuo problema di controllo intestinale includono quanto segue:

  • Ingerire l’adeguata quantità di fibra. La fibra può essere utile in caso di diarrea e stitichezza. La fibra si trova in frutta, verdura, cereali integrali e fagioli. I supplementi di fibre venduti in farmacia o nei negozi di alimenti naturali sono un’altra fonte di fibra comune per trattare i problemi di controllo intestinale. L’Accademia di nutrizione e dietetica raccomanda un consumo di 20 a 35 grammi di fibre al giorno per gli adulti e una quantità di “età più cinque” grammi per i bambini. Ad esempio, un bambino di 7 anni dovrebbe mangiare “7 più cinque” o 12 grammi di fibre al giorno. La fibra deve essere aggiunta lentamente alla dieta per evitare gonfiori.
  • Bevi molto liquido. Bere otto bicchieri da 8 once di liquidi al giorno può aiutarti a evitare la stitichezza. L’acqua è un’opzione eccellente. Dovresti evitare le bevande con caffeina, alcol, latte o gasati se producono diarrea.

Scrivi un diario alimentare

Un diario alimentare può aiutare a identificare gli alimenti che causano la diarrea e aumentare il rischio di un problema di controllo intestinale. Scrivi ciò che mangi, quanto mangi e quando perdi il controllo del tuo intestino. Dopo alcuni giorni, potresti iniziare a rilevare una relazione tra determinati alimenti e il tuo problema di controllo intestinale. I sintomi possono migliorare se si mangia meno cibo in relazione al problema del controllo intestinale. Discutere il diario alimentare con il medico.

Alcuni alimenti e bevande comunemente associati a diarrea e problemi di controllo intestinale includono

  • latticini, come latte, formaggio o gelato
  • cibi e bevande che contengono caffeina, come caffè, tè o cioccolata
  • salumi o affumicati come salsiccia, prosciutto o tacchino
  • cibi piccanti
  • bevande alcoliche
  • frutti come mela, pesca o pera
  • cibi grassi o grassi
  • dolcificanti in bevande dietetiche e gomme da masticare o caramelle senza zucchero

Esempi di alimenti che contengono fibre

Fagioli, cereali e pane fibra
1/2 tazza di fagioli (bianco, pinto, rosso, ecc.), Cotti 6,2-9,6 grammi
Cereali di grano macinato pronto da mangiare da 1/2 tazza 2,7-3,8 grammi
1/3 tazza di cereali pronti da mangiare crusca 100% 9,1 grammi
1 piccolo rotolo di crusca d’avena 3,0 grammi
1 rotolo di crusca di frumento 4,4 grammi
frutta
1 piccola mela, con la buccia 3,6 grammi
1 pera media, con buccia 5,5 grammi
1/2 tazza di lamponi 4,0 grammi
1/2 tazza di prugne cotte 3,8 grammi
verdure
1/2 tazza di zucca, cotta 2,9 grammi
1 patata dolce media, al forno con la buccia 3,8 grammi
1/2 tazza di piselli verdi, cotti 3,5-4,4 grammi
1 patata piccola, cotta con la buccia 3,0 grammi
1/2 tazza varietà di verdure, cotte 4,0 grammi
Broccoli da 1/2 tazza, cotti 2,6-2,8 grammi
1/2 tazza di foglie verdi (spinaci, cavoli, cime di rapa), cotte 2,5-3,5 grammi

farmaci

Se è la diarrea a causare il tuo problema di controllo intestinale, i farmaci possono essere utili. Il medico può suggerire l’uso di lassativi generici per aiutarti a stender più forti che sono più facili da controllare. Il medico può anche suggerire farmaci antidiarroici che rallentano l’intestino e aiutano a controllare il problema.

Educazione intestinale

Può anche essere utile esercitarsi per avere movimenti intestinali in determinati momenti della giornata, ad esempio dopo i pasti. Lo sviluppo di un modello regolare può richiedere un po ‘di tempo, non arrenderti se non vedi risultati immediati.

Esercizi per il pavimento pelvico e il biofeedback

Esercizi che rafforzano i muscoli del pavimento pelvico possono contribuire al controllo intestinale. Per eseguire gli esercizi per il pavimento pelvico è necessario tendere e rilassare questi muscoli da 50 a 100 volte al giorno. La parte difficile è trovare i muscoli giusti che dovresti stringere. Il tuo medico può aiutarti ad assicurarti di fare gli esercizi nel modo giusto. La terapia di biofeedback può anche aiutarti a imparare come fare gli esercizi nel modo giusto. La terapia di biofeedback è indolore e utilizza una macchina per farti sapere quando tenti i muscoli giusti. A casa, pratica ciò che impari. Il successo con esercizi per il pavimento pelvico dipenderà dalla causa del problema del controllo intestinale,

chirurgia

A seconda della causa del problema o della gravità del controllo dello sfintere, il medico può raccomandare un intervento chirurgico. Alcune opzioni chirurgiche includono quanto segue:

  • Sfinteroplastica, con la quale si uniscono le estremità di un muscolo sfinteriale che è stato strappato in una nascita o in un’altra lesione. Questo è il tipo più comune di intervento chirurgico in caso di problemi di controllo intestinale.
  • Sfintere anale artificiale, che è una procedura mediante la quale un polsino gonfiabile viene posizionato attorno all’ano e una piccola pompa viene posta sotto la pelle per gonfiare o sgonfiare il bracciale.
  • Agente volumetrico assorbibile, che viene iniettato nelle pareti dell’ano per aumentare il volume di tessuto intorno all’ano, riducendo così l’apertura anale in modo che lo sfintere possa chiudersi meglio.
  • Deviazione intestinale, che è un’operazione che reindirizza il normale movimento delle feci fuori dal corpo quando viene rimossa una parte dell’intestino; Colostomia o ileostomia sono i tipi di shunt intestinali usati per trattare i problemi di controllo intestinale.

Stimolazione elettrica

Nella stimolazione elettrica, i fili metallici sono posti sui nervi sacrali all’ano e al retto e sono costantemente stimolati da impulsi elettrici. La stimolazione elettrica è anche conosciuta come stimolazione nervosa o neuromodulazione. I nervi sacrali sono collegati alla parte della colonna vertebrale che si trova all’altezza dell’anca. Uno stimolatore alimentato a batteria è posto sotto la pelle. Secondo la tua risposta, il medico può regolare la quantità di stimolazione per renderla più utile per te. Puoi accendere o spegnere lo stimolatore in qualsiasi momento.

Come posso affrontare il mio problema di controllo intestinale?

Ci sono dei passi da fare per superare il tuo problema di controllo intestinale. Prova questi suggerimenti quotidiani:

  • Porta una borsa con articoli per l’igiene e un cambio di vestiti quando esci di casa.
  • Individuare i servizi igienici pubblici prima di utilizzarne uno.
  • Vai in bagno prima di uscire di casa.
  • Indossare indumenti intimi monouso o medicazioni assorbenti nella biancheria intima.
  • Se perdi frequentemente il controllo del tuo intestino, usa un deodorante fecale, una pillola, che può essere masticabile o meno, che aiuta a ridurre l’odore di feci e gas. Queste pillole sono al banco. Il medico può aiutarti a scegliere quale tipo è meglio per te.

Si deve sapere che mangiare cibo provoca le contrazioni nell’intestino crasso spingono lo sgabello verso il retto. Il retto si contrae anche per 30-60 minuti dopo aver mangiato cibo. Questi due eventi rendono più probabile la flatulenza o l’abbandono poco dopo aver mangiato. Questa attività potrebbe aumentare se sei ansioso. Si consiglia di evitare di mangiare in ristoranti o eventi sociali, o forse vogliono prendere i farmaci antidiarroici prima di mangiare in queste situazioni.

Cosa devo fare con il disagio nell’area anale?

La pelle attorno all’ano è delicata e sensibile. Stitichezza e diarrea o contatto con la pelle delle feci possono causare dolore o prurito. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti ad alleviare il disagio:

Lavare con acqua. Lavare delicatamente l’area dell’ano con acqua, senza sapone, dopo averlo deposto. Il sapone può seccare e irritare la pelle, così come lo può strofinare con carta igienica asciutta. Salviette prive di alcol sono un’opzione migliore.

Lascia asciugare all’aria. Lasciare che l’area si asciughi all’aria dopo il lavaggio. Se non hai tempo, asciugati con un panno pulito.

Utilizzare una crema barriera. Usa una crema che contiene ingredienti come il dimeticone, un tipo di silicone, che forma una barriera tra la pelle e le feci. Pulire e asciugare la zona prima di applicare la crema. Chiedi al tuo medico che tipo di crema ti consiglia.

Prova le polveri non medicinali. Talco semplice o amido di mais può aiutare a ridurre il dolore o il prurito.

Utilizzare medicazioni assorbenti o biancheria intima usa e getta. Se si usano medicazioni o biancheria intima usa e getta a contatto con la pelle, assicurarsi che abbiano uno strato assorbente. Lo strato assorbente protegge la pelle dall’umidità dalla pelle e dalla medicazione.

Indossare abiti e biancheria intima che consentono all’aria di circolare. Abiti stretti e biancheria intima di plastica o gomma possono bloccare l’aria e peggiorare i problemi della pelle. I vestiti e gli indumenti intimi che consentono all’aria di circolare aiutano a mantenere la pelle asciutta.

Cambia il tuo intimo sporco il prima possibile.

Punti da ricordare

  • Hai un problema di controllo intestinale se accidentalmente depositi feci o muco solidi o liquidi dal tuo retto. I problemi di controllo intestinale includono l’incapacità di controllare un movimento intestinale fino a raggiungere un bagno e movimenti intestinali involontari nella biancheria intima.
  • Le persone di qualsiasi età possono avere un problema di controllo intestinale.
  • I problemi del controllo intestinale possono avere molte cause. Alcuni dei più comuni sono
    • diarrea
    • costipazione
    • danno muscolare o debolezza
    • danno ai nervi
    • perdita di elasticità nel retto
    • Consegna vaginale
    • emorroidi e prolasso rettale
    • rettocele
    • inattività
  • Il trattamento per i problemi di controllo intestinale può includere uno o più dei seguenti:
    • nutrizione, dieta e nutrizione
    • farmaci
    • educazione intestinale
    • esercizi per il pavimento pelvico e il biofeedback
    • chirurgia
    • stimolazione elettrica

Continua a leggere