La costipazione

Cos’è la stitichezza?

La stitichezza è una condizione che può presentare una o entrambe le situazioni:

  • meno di tre feci a settimana
  • feci dure, secche e piccole che sono dolorose o difficili da superare

Potresti sentire dolore o gonfiore (sensazione di pienezza) nell’addome, l’area tra il torace e i fianchi.

Le abitudini intestinali non sono le stesse per tutti. Alcune persone pensano di essere stitiche se non hanno movimenti intestinali ogni giorno. Alcune persone possono avere tre feci al giorno. Altre persone possono avere tre feci a settimana.

La maggior parte delle persone a volte soffre di stitichezza. La stitichezza generalmente dura solo un breve periodo e non è pericolosa. Quando si conosce la causa della stitichezza, si possono adottare misure per alleviarla.

Qual è il tratto gastrointestinale?

Il tratto gastrointestinale è una serie di organi cavi uniti in un lungo tubo a zigzag che va dalla bocca all’ano, l’apertura in cui le feci escono dall’organismo. Il tratto gastrointestinale inferiore è composto dall’intestino crasso, che comprende il colon e il retto e l’ano. A volte gli intestini si conoscono come le viscere.

Il tuo corpo digerisce il cibo mentre viaggia attraverso il tratto gastrointestinale. I rifiuti lasciati dal cibo digerito entrano nell’intestino crasso come un liquido. L’intestino crasso assorbe acqua e trasforma il liquido in una forma solida nota come movimento intestinale. Le feci passano dal colon al retto, dove vengono immagazzinate fino al momento del movimento intestinale. I muscoli del retto muovono le feci verso l’ano e da lì fuori dal corpo.

Quanto è comune la stitichezza e chi sono i più colpiti?

La stitichezza è uno dei problemi gastrointestinali più comuni in Italia . La stitichezza si verifica più frequentemente in

  • incinta
  • Adulti dai 65 anni in su
  • persone che non sono bianche
  • persone a basso reddito

Molte donne soffrono di stitichezza durante la gravidanza o dopo il parto. La stitichezza dopo l’intervento è anche comune. Le persone che assumono farmaci per la depressione o analgesici per motivi quali fratture ossee, estrazione dei denti o mal di schiena, possono avere stitichezza.

Che cosa causa la stitichezza?

La stitichezza si verifica perché i movimenti intestinali trascorrono troppo tempo nel colon. I fattori comuni che possono causare stitichezza sono i seguenti:

  • Diete povere di fibre. La causa più comune di stitichezza è una dieta con un basso contenuto di fibre. La fibra si trova negli alimenti che provengono dalle piante. La fibra aiuta a mantenere le feci morbide in modo che si muovano facilmente attraverso il colon. I liquidi, come acqua e succhi, aiutano la fibra a funzionare meglio.
  • Mancanza di attività fisica Se devi rimanere a riposo e non puoi esercitare una attività fisica, potresti soffrire di stitichezza. Gli scienziati non ne conoscono la ragione.
  • Farmaci. Alcuni farmaci per il trattamento di altri problemi di salute possono causare stitichezza. Può anche causare costipazione prendere troppo spesso i lassativi da banco. Un lassativo è un farmaco che dissolve i movimenti intestinali e aumenta i movimenti intestinali. Se prendi i lassativi in eccesso, i tuoi due punti non possono contrarsi bene. I nervi, i muscoli e i tessuti del grosso intestino possono essere danneggiati.
  • Cambiamenti nello stile di vita o cambiamenti nella routine quotidiana. Le tue feci possono cambiare quando viaggi, con la gravidanza o quando invecchi.
  • Ignora l’urgenza di andare in bagno. Se ignori la voglia di fare un movimento intestinale, nel tempo, potresti smettere di sentire il bisogno di farlo. Questa abitudine può causare stitichezza.
  • Alcuni problemi di salute Alcuni problemi di salute possono far sì che le feci si muovano più lentamente attraverso il colon, il retto o l’ano. Questi problemi possono causare stitichezza. Esempi sono disturbi che colpiscono il cervello e della colonna vertebrale, come le lesioni del midollo spinale, morbo di Parkinson e dei disturbi che interessano il modo in cui il vostro corpo ottiene energia dal cibo, come il diabete o l’ipotiroidismo. La malattia di Parkinson è un disturbo che colpisce le cellule nervose in una parte del cervello che controlla il movimento dei muscoli. L’ipotiroidismo è un disturbo che causa al corpo una carenza di ormone tiroideo, che può causare il rallentamento di molte delle funzioni del corpo.
  • Problemi nel tratto gastrointestinale. I problemi del tratto gastrointestinale che comprimono o restringono il colon e il retto possono causare stitichezza.
  • Disturbi gastrointestinali funzionali I disturbi gastrointestinali funzionali sono problemi causati da cambiamenti nel funzionamento del tratto gastrointestinale. Se hai un disturbo funzionale potresti avere sintomi frequenti, ma il tuo tratto gastrointestinale non è danneggiato. La stipsi funzionale è spesso causata da problemi ai muscoli del colon o dell’ano, che causano movimenti intestinali più lenti. La sindrome dell’intestino irritabile è un disturbo gastrointestinale funzionale che ha la stitichezza come sintomo.

Come viene diagnosticata la causa della costipazione?

Per sapere perché soffri di stitichezza, il tuo dottore

  • registrerà la tua storia medica
  • eseguirà un esame fisico
  • ordinerà i test

Storia medica

La storia medica includerà domande sulla stitichezza, ad esempio, le seguenti:

  • per quanto tempo hai avuto questi sintomi
  • frequenza dei movimenti intestinali
  • aspetto di feci
  • e se sono sanguinosi
Per scoprire perché soffri di stitichezza, il tuo medico registrerà la tua storia medica.

Il medico ti chiederà anche

  • le tue abitudini alimentari
  • il tuo livello di attività fisica
  • i farmaci che prendi

Esame fisico

L’esame fisico può includere un esame rettale. Il medico inserirà un dito nel tuo ano per vedere se c’è sensibilità, ostruzioni o sangue. Il medico può eseguire un test per vedere se c’è sangue nelle feci posizionando un piccolo campione di feci su una scheda cartacea e aggiungendo una goccia o due del liquido di prova. Un cambiamento di colore è un segno di sangue nei movimenti intestinali.

Analisi

I test ordinati dal medico dipendono da quanto segue:

  • per quanto tempo hai sofferto di stitichezza
  • la gravità della tua stitichezza
  • la tua età
  • se hai avuto feci sanguinolente, recenti cambiamenti nelle abitudini intestinali o perdita di peso

Il medico può indirizzarti a sottoporti ad uno o più dei seguenti test:

  • esame del sangue
  • serie gastrointestinale inferiore
  • sigmoidoscopia flessibile o colonscopia
  • studi sul transito colorettale
  • Test di funzionalità anorettale
  • defecografia

Esame del sangue Per l’analisi del sangue, viene prelevato un campione di sangue presso l’ambulatorio medico o il centro commerciale. Il campione di sangue viene inviato a un laboratorio per la valutazione. L’analisi del sangue può mostrare se si dispone di una condizione o di una malattia che causa stitichezza. Ad esempio, bassi livelli di ormone tiroideo possono significare che hai ipotiroidismo.

Serie gastrointestinale inferiore Una serie gastrointestinale inferiore è una radiografia che viene utilizzata per visualizzare l’intestino crasso. Per il test, dovresti sdraiarti su una barella mentre il medico inserisce un tubo flessibile nell’ano. L’intestino crasso del bario, un fluido calcareo, sarà riempito in modo che i segni dei problemi che possono causare stitichezza compaiano più chiaramente sulle radiografie.

Sigmoidoscopia flessibile o colonscopia. I test sono simili con la differenza che la colonscopia viene utilizzata per vedere il retto e l’intero colon, mentre la sigmoidoscopia flessibile viene utilizzata per vedere solo il retto e la parte inferiore del colon. Per uno qualsiasi dei test, dovresti sdraiarti su una barella mentre il medico inserisce un tubo flessibile nell’ano. Una piccola telecamera nel tubo invia un’immagine video del rivestimento dell’intestino allo schermo di un computer. Il test può mostrare segni di problemi nel tratto gastrointestinale inferiore.

Il medico può anche fare una biopsia, che è un test che comporta l’assunzione di un piccolo pezzo di tessuto del rivestimento intestinale e l’analisi al microscopio. Non sentirai la biopsia.

Studi sul transito colorettale. Questi test mostreranno come il cibo si muove attraverso il colon.

  • Marcatori radiopachi. In questo test, deglutire le capsule con piccoli marker che possono essere visti su una radiografia. Da tre a sette giorni dopo aver ingerito le capsule, le radiografie addominali eseguite più volte seguono il movimento dei marker del colon. Seguire una dieta ricca di fibre per aiutare le feci a muoversi attraverso il tratto gastrointestinale.
  • Scintigrafia. Con questo test, mangiare un pasto con sostanze radioattive. La dose di sostanze radioattive è piccola e la scintigrafia non è in grado di danneggiare le cellule. Le telecamere speciali sono posizionate all’esterno del corpo sull’addome ei computer sono utilizzati per creare immagini di sostanze radioattive mentre si muovono attraverso l’intestino.

Test di funzione anorettale. Questi test diagnosticano la stitichezza causata da un problema nel tratto gastrointestinale che colpisce l’ano o il retto.

  • La manometria anale utilizza sensori di pressione e un palloncino che può essere gonfiato nel retto per controllare la sensibilità e la funzione del retto. La manometria anale controlla anche la tensione dei muscoli attorno all’ano e il modo in cui rispondono ai segnali nervosi. Per questo test, un’infermiera o un’assistente appositamente addestrata posiziona un tubo sottile con un palloncino sulla punta e sensori di pressione sotto il palloncino nell’ano. Una volta che il palloncino raggiunge il retto e i sensori di pressione sono nell’ano, il tubo viene accuratamente rimosso per misurare tonicità e contrazioni muscolari. Il test dura circa 30 minuti.
  • I test di espulsione della palla consistono nel riempire una palla con diverse quantità d’acqua dopo averla posizionata nel retto. Ti viene dato un orologio con un cronometro e ti viene chiesto di andare in bagno e misurare la quantità di tempo necessaria per ottenere la palla. Se non riesci a rimuovere un palloncino con meno di 150 millilitri di acqua o se impiega più di 1 minuto per rimuovere il palloncino, potresti avere un problema di evacuazione intestinale.

Defecografia. Questa radiografia dell’area intorno all’ano e al retto mostra se hai problemi con quanto segue:

  • espellere le feci dal corpo
  • il funzionamento dell’ano e del retto
  • Tendere e rilassare i muscoli del retto

Il test può anche mostrare cambiamenti nell’ano o nel retto. Durante il test, il medico riempie il retto con una pasta morbida che appare sulla radiografia e si sente come un movimento intestinale. Devi sedere su una toilette all’interno di una macchina a raggi X. Il medico ti chiederà di stringere prima i muscoli per mantenere le feci all’interno. Quindi il medico ti dirà di usare la forza per evacuare un movimento intestinale. Il medico cerca problemi durante l’evacuazione della pasta.

Come viene trattata la stitichezza?

Il trattamento per la stitichezza dipende da quanto segue:

  • la causa della stitichezza
  • la gravità della stitichezza
  • per quanto tempo hai sofferto di stitichezza

I trattamenti possono includere quanto segue:

  • cambiamenti nella vostra dieta, dieta e nutrizione
  • Esercizio e cambiamenti nello stile di vita
  • farmaci
  • biofeedback (biofeedback)
  • chirurgia

I trattamenti primari per la stitichezza comprendono i cambiamenti nella dieta, nella nutrizione e nella dieta; esercizi e cambiamenti nello stile di vita; e farmaci lassativi. Se non rispondi a questi trattamenti primari, dovresti parlare con il tuo medico di altri trattamenti.

Cibo, dieta e nutrizione

L’Accademia di nutrizione e dietetica raccomanda un consumo di 20 a 35 grammi di fibre al giorno per gli adulti. Parla con il tuo medico per pianificare una dieta con la giusta quantità di fibra per voi. Assicurati di aggiungere fibre alla tua dieta gradualmente, in modo che il tuo corpo si abitui al cambiamento. Cerca di non mangiare cibi che hanno fibre minime o nulle, come pizza, gelato, formaggio, carne, patatine e cibi lavorati.

Bere acqua e altri liquidi come frutta e ortaggi e minestre leggere, per aiutare a che la fibra della tua dieta funzioni meglio e che le tue deposizioni siano più normali e regolari. Consultare il proprio medico su quanto si dovrebbe bere al giorno in base al loro livello di salute, l’attività e dove si vive.

Esempi di alimenti che contengono fibre
Fagioli, cereali e pane fibra
1/2 tazza di fagioli cotti (bianchi, pinto, rossi, ecc.) Da 6,2 a 9,6 grammi
Cereali macinati pronti per il consumo da 1/2 tazza Da 2,7 a 3,8 grammi
1/3 tazza di cereali pronti da mangiare crusca 100% 9,1 grammi
1 piccolo rotolo di crusca d’avena 3,0 grammi
1 muffin integrale 4,4 grammi
frutta
1 piccola mela, con la buccia 3,6 grammi
1 pera media, con buccia 5,5 grammi
1/2 tazza di lamponi 4,0 grammi
1/2 tazza di prugne cotte 3,8 grammi
verdure
1/2 tazza di zucca cotta 2,9 grammi
1 patata dolce media, al forno con la buccia 3,8 grammi
1/2 tazza di piselli cotti Da 3,5 a 4,4 grammi
1 patata piccola, cotta con la buccia 3,0 grammi
1/2 tazza varietà di verdure cotte 4,0 grammi
Broccoli cotti 1/2 tazza Da 2,6 a 2,8 grammi
1/2 tazza di verdure a foglia verde (spinaci, cavoli, cime di rapa) cotte Da 2,5 a 3,5 grammi

Esercizio e cambiamenti nello stile di vita

L’esercizio fisico regolare aiuta la digestione. Esercitare tra 20 e 30 minuti al giorno può aiutare a combattere la stitichezza.

Puoi anche provare gli feci alla stessa ora ogni giorno. Il miglior tempo è tra i 15 ei 45 minuti dopo la colazione. Mangiare aiuta i tuoi due punti a spostare cibo e rifiuti. Assicurati di prendere abbastanza tempo per il movimento intestinale. Dovresti anche andare in bagno non appena senti il bisogno di evacuare i movimenti intestinali.

Farmaci

Se prendi un farmaco che può causare stitichezza, il medico potrebbe suggerirti di smettere di prenderlo o di cambiarlo con un altro.

Il medico può suggerire un lassativo per un breve periodo di tempo se fai tutto e continua con stitichezza. Il medico ti dirà quale tipo di lassativo è il migliore per te. I lassativi si presentano in molte forme, come liquidi, compresse, polveri e granuli.

Se hai assunto lassativi per un lungo periodo e non puoi evacuare senza prenderne uno, parla con il tuo medico del modo graduale di smettere di prenderli. Se interrompe l’assunzione di lassativi, nel tempo, il colon dovrebbe iniziare a contrarsi meglio.

Biofeedback

Se hai problemi con i muscoli e i nervi che controllano i movimenti intestinali, il medico può suggerire il biofeedback. Il biofeedback utilizza sensori speciali per misurare le funzioni corporee. Le misure vengono visualizzate su uno schermo video come grafici a linee. Il medico ti insegna a cambiare la funzione anormale. Pratichi ciò che impari a casa per migliorare la funzione muscolare. Potrebbe essere necessario esercitarsi 3 mesi prima di ricevere tutti i benefici dell’allenamento.

Chirurgia

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico se altri trattamenti non funzionano. Uno degli interventi chirurgici è la rimozione del colon. Il medico può dirti i benefici e i rischi dell’intervento.

Punti da ricordare

  • La stitichezza è una condizione che può presentare una o entrambe le situazioni:
    • meno di tre feci a settimana
    • feci dure, secche e piccole che sono dolorose o difficili da superare
  • La maggior parte delle persone a volte soffre di stitichezza. La stitichezza generalmente dura solo un breve periodo e non è pericolosa.
  • La stitichezza si verifica più frequentemente nelle donne, negli adulti sopra i 65 anni, nelle persone che non sono bianche e nelle persone a basso reddito.
  • Per sapere perché soffri di stitichezza, il tuo dottore
    • registrerà la tua storia medica
    • eseguirà un esame fisico
    • ordinerà i test
  • Il trattamento per la stitichezza dipende da quanto segue:
    • la causa della stitichezza
    • la gravità della stitichezza
    • per quanto tempo hai sofferto di stitichezza
  • Il trattamento può includere una o più delle seguenti misure:
    • cambiamenti nella vostra dieta, dieta e nutrizione
    • Esercizio e cambiamenti nello stile di vita
    • farmaci
    • biofeedback (biofeedback)
    • chirurgia