Malattie della tiroide-Malattie Endocrine-sintomi-disturbi-cura

La tiroide produce l'ormone tiroideo

Malattie della tiroide

La tiroide produce l’ormone tiroideo, che controlla molte delle attività del corpo, compresa la velocità con cui si bruciano calorie e quanto velocemente batte il cuore. Gli affetti della tiroide inducono a produrre troppo o troppo poco dell’ormone. A seconda della quantità di ormoni prodotti dalla tiroide, grandi o piccoli, potresti sentirti attivo o stanco o potresti guadagnare o perdere peso. Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie della tiroide rispetto agli uomini, soprattutto dopo la gravidanza o dopo la menopausa.

 

Qual è la tiroide?

La tiroide è una piccola ghiandola a forma di farfalla situata alla base del collo, proprio sotto il pomo d’Adamo. Questa ghiandola fa passare l’ ormone tiroideo attraverso il flusso sanguigno verso tutte le parti del corpo. L’ormone tiroideo controlla il metabolismo del corpo in molti modi, compresa la velocità con cui si bruciano calorie e la frequenza cardiaca.

 

In che modo i problemi della tiroide interessano le donne?

Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di soffrire di malattie della tiroide. Una donna su otto sviluppa problemi alla tiroide per tutta la vita. Nelle donne, la malattia della tiroide può causare:

  • Problemi con il periodo mestruale La tiroide aiuta a controllare il ciclo mestruale. A seconda della quantità di ormone tiroideo, i periodi possono essere molto rari, prolungati o irregolari. La malattia della tiroide può anche far andare via il periodo mestruale per diversi mesi o anche più a lungo, una condizione chiamata amenorrea . Se il sistema immunitario causa una malattia della tiroide, altre ghiandole possono essere compromesse, ad esempio le ovaie. Questo può causare menopausa precoce (prima dei 40 anni).
  • Problemi per rimanere incinta. Quando la malattia della tiroide influenza il ciclo mestruale, influisce anche sull’ovulazione. Questo può rendere più difficile per te rimanere incinta .
  • Problemi durante la gravidanzaI problemi alla tiroide durante la gravidanza può causare problemi di salute per la madre e il bambino.

A volte, i sintomi dei problemi della tiroide sono confusi con i sintomi della menopausa . Molto probabilmente, la malattia della tiroide, in particolare l’ipotiroidismo, si verifica dopo la menopausa.

 

Alcune donne hanno maggiori probabilità di avere una malattia della tiroide?

Sì. Puoi consultare il tuo medico per fare il test se:

  • Hai avuto un problema alla tiroide prima
  • Hai subito un intervento chirurgico o radioterapia che ha colpito la ghiandola tiroidea
  • Soffri di determinate condizioni, come il gozzo , l’ anemia o il diabete di tipo 1

Essere testati per la malattia della tiroide non è raccomandato nella maggior parte delle donne.

 

Quali sono i tipi di malattie della tiroide che colpiscono le donne?

Queste malattie della tiroide colpiscono più donne che uomini:

  • Disturbi che causano l’ ipotiroidismo
  • Disturbi che causano ipertiroidismo
  • Tiroidite , soprattutto tiroidite post-partum
  • gozzo
  • Noduli tiroidei
  • Cancro alla tiroide

Cos’è l’ipotiroidismo?

Ipotiroidismo si quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni tiroidei. È anche noto come tiroide iperattiva. Questo rallenta varie funzioni corporee, come il metabolismo.

La causa più comune di ipotiroidismo negli Stati Uniti è la malattia di Hashimoto . In quelli con la malattia di Hashimoto, il sistema immunitario attacca erroneamente la tiroide. Ciò danneggia la tiroide e, per questo motivo, la ghiandola non produce abbastanza ormoni.

Ipotiroidismo può anche essere il risultato di:

  • Il trattamento per l’ipertiroidismo iodio radioattivo )
  • Trattamenti per combattere determinati tipi di cancro mediante radiazioni
  • La rimozione della tiroide

Quali sono i segni e i sintomi dell’ipotiroidismo?

I sintomi dell’ipotiroidismo si manifestano lentamente, di solito nel corso degli anni. All’inizio, di solito ti senti stanco o pigro. Successivamente, puoi sviluppare altri segni e sintomi di un metabolismo rallentato, tra cui:

  • Sentirsi freddo quando gli altri non lo sentono veramente
  • costipazione
  • Debolezza muscolare
  • Aumento di peso nonostante si mangi la stessa quantità di cibo che si ottiene normalmente
  • Dolore articolare o muscolare
  • Sentirsi triste o depresso
  • Sensazione di sfinimento
  • Pelle pallida e secca
  • Capelli fini e asciutti
  • Ritmo cardiaco lento
  • Diminuzione della sudorazione
  • Gonfiore in faccia
  • Voce rauca
  • Sanguinamento mestruale più intenso del normale

Puoi anche avere livelli elevati di colesterolo LDL o “cattivo”, che può aumentare il rischio di malattie cardiache .

 

Come viene trattato l’ipotiroidismo?

L’ipotiroidismo è trattata con farmaci che danno ormone tiroideo il corpo deve funzionare normalmente. I farmaci più comuni sono artificiali ormone presentazioni prodotto dalla tiroide. Probabilmente hai bisogno di prendere pillole di ormone tiroideo per il resto della tua vita. Se prendi i farmaci come prescritto dal medico, è un trattamento molto sicuro.

 

Cos’è l’ipertiroidismo?

Ipertiroidismo, o tiroide iperattiva fanno sì che la tiroide produca più ormoni tiroidei di quelli di cui il corpo ha bisogno. Questo accelera molte delle funzioni corporee, come il metabolismo e la frequenza cardiaca.

La causa più comune di ipertiroidismo è la malattia di Graves , che altera il sistema immunitario.

 

Quali sono i segni e i sintomi dell’ipertiroidismo?

All’inizio, probabilmente non noti i segni o sintomi dell’ipertiroidismo, poiché questi si manifestano lentamente. Ma col passare del tempo, il metabolismo accelerato può causare sintomi come:

  • Perdita di peso, senza modificare l’assunzione o anche mangiare più del solito (la maggior parte di loro perde peso, ma non tutti)
  • Aumento dell’assunzione di cibo
  • Battito cardiaco rapido o irregolare o tachicardia
  • Nervi o ansia
  • Sensazione di irascibilità
  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Tremori nelle mani e nelle dita
  • Aumento della sudorazione
  • Sentirsi caldo quando gli altri non lo sentono davvero
  • Debolezza muscolare
  • Diarrea o più movimenti intestinali del solito
  • Meno periodi mestruali e più miti del solito
  • Cambiamenti negli occhi che possono includere occhi sporgenti, rossi o irritati

L’ipertiroidismo aumenta il rischio di osteoporosi , una condizione che indebolisce le ossa e le induce a rompere facilmente. In realtà, l’ipertiroidismo può colpire le ossa prima che si verifichino altri sintomi di iperattività della tiroide. Ciò è particolarmente vero nelle donne che hanno attraversato la menopausa o che hanno già un alto rischio di sviluppare l’osteoporosi.

 

Come viene trattato l’ipertiroidismo?

Il metodo che il medico sceglie di trattare l’ipertiroidismo dipenderà dai sintomi e dalla causa della malattia. I trattamenti includono:

  • Farmaci.
    • farmaci antitiroidei inibiscono la produzione di nuovi ormoni tiroidei. Questi farmaci non causano danni permanenti alla tiroide.
    • beta-bloccanti annullano gli effetti dell’ormone tiroideo nel corpo. Questi farmaci possono essere utili per ridurre la frequenza cardiaca e trattare altri sintomi fino a quando uno degli altri trattamenti diventa effettivo. I beta-bloccanti non riducono la quantità di ormoni tiroidei prodotti.
  • Iodio radioattivo. Questo trattamento uccide le cellule tiroidee che producono gli ormoni tiroidei. Generalmente, questo provoca ipotiroidismo cronico.
  • Chirurgia. Nella chirurgia della tiroide, una grande parte o tutta la tiroide viene rimossa. Questo può causare ipotiroidismo cronico.

Qual è la tiroidite?

La tiroidite infiammazione della tiroide. Si verifica quando il sistema immunitario produce anticorpi che attaccano la tiroide.

Le cause della tiroidite includono:

  • Malattie autoimmuni , come il diabete di tipo 1 e l’artrite reumatoide
  • Fattori genetici
  • Infezione virale o batterica
  • Alcuni tipi di farmaci

Due tipi comuni di tiroidite sono la malattia di Hashimoto e la tiroidite postpartum .

Qual è la tiroidite postpartum?

La tiroidite postpartum (infiammazione della tiroide dopo il parto) colpisce il 10% delle donne di solito passa inosservato perché i sintomi sono molto simili alla depressione postpartum. Le donne con tiroidite postpartum spesso si sentono esauste e lunatiche.

Solitamente, post-partum tiroidite avviene in due fasi, anche se non con questa condizione passare attraverso due fasi:

  • La prima fase inizia da 1 a 4 mesi dopo il parto e di solito dura tra 1 e 2 mesi. In questa fase, potresti avvertire segni e sintomi di ipertiroidismo perché la tiroide danneggiata secerne gli ormoni tiroidei direttamente nel sangue.
  • La seconda fase inizia tra 4 e 8 mesi dopo il parto e dura da 6 a 12 mesi. In questa fase, è possibile presentare segni e sintomi di ipotiroidismo perché la tiroide ha già perso la maggior parte degli ormoni o perché l’attacco del sistema immunitario è finito; La tiroide può recuperare più tardi.

Chi è a rischio di tiroidite postpartum?

Il tuo sistema immunitario può causare tiroidite postpartum. Se hai una malattia autoimmune, come il diabete di tipo 1, il rischio è ancora maggiore.

Il rischio è anche maggiore se:

  • Hai una storia personale o familiare di disturbi della tiroide
  • Hai avuto una tiroidite postpartum dopo il parto
  • Hai l’epatite virale cronica

Come viene trattata la tiroidite postpartum?

Il trattamento per la tiroidite postpartum dipende dallo stadio della malattia e dai sintomi che presenta. Ad esempio, se si hanno sintomi di ipertiroidismo nella prima fase, il trattamento può includere farmaci per rallentare la frequenza cardiaca.

Nella maggior parte dei casi, la tiroide delle donne che sviluppano tiroidite postpartum ritorna alla normalità entro 12-18 mesi dalla manifestazione dei sintomi. Ma se si ha una storia di tiroidite postpartum, il rischio di sviluppare ipotiroidismo cronico è maggiore entro 5-10 anni.

 

Cos’è gozzo?

Gozzo è l’ingrossamento anormale delle dimensioni della ghiandola tiroidea. Può verificarsi solo per un breve periodo e scomparire da solo senza trattamento. Oppure può essere un sintomo di un’altra malattia della tiroide che richiede un trattamento. Il gozzo si verifica più frequentemente nelle donne che negli uomini, e specialmente nelle donne che non hanno ancora avuto la menopausa.

Alcuni dei fattori che causano il gozzo includono:

  • La malattia di Hashimoto
  • Malattia delle tombe
  • Noduli tiroidei
  • tiroidite
  • Cancro alla tiroide

Normalmente, l’unico sintomo del gozzo è un’infiammazione al collo. Può essere abbastanza grande da essere visibile per gli occhi o sentire il nodulo al tatto. Un gozzo troppo grande può causare rigidità al collo, tosse o problemi di deglutizione o respirazione.

Il medico eseguirà alcuni test per vedere se questa condizione è causata da un’altra malattia della tiroide.

 

Come viene trattato il gozzo?

Forse non hai bisogno di cure se la tiroide funziona correttamente ei sintomi non ti infastidiscono.

Se il trattamento è necessario, i farmaci dovrebbero ridurre la tiroide alla sua dimensione normale. Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere una porzione o tutta la ghiandola.

 

Cosa sono i noduli tiroidei?

Un nodulo un’infiammazione in una sezione della ghiandola tiroidea. Il nodulo può essere solido o pieno di liquidi o sangue. Puoi avere un singolo nodulo tiroideo o diversi.

I noduli tiroidei sono comuni e colpiscono le donne quattro volte di più degli uomini.  ricercatori non sanno perché la formazione di noduli nelle tiroidi normali.

 

Quali sono i segni e i sintomi dei noduli tiroidei?

La maggior parte dei noduli tiroidei non ha sintomi e non è cancerogena.  Alcuni noduli tiroidei producono troppi ormoni tiroidei e questo causa lo sviluppo dell’ipertiroidismo. A volte i noduli diventano così grandi da causare problemi di deglutizione o respirazione. Circa un terzo dei noduli viene rilevato dal paziente, un altro terzo dal medico e il restante terzo da uno studio di imaging del collo.

A volte, puoi vedere o sentire un nodulo tiroideo da solo. Stare di fronte a uno specchio e sollevare leggermente il mento. Cerca un nodulo su entrambi i lati della trachea sotto il pomo d’Adamo. Se il nodulo si muove su e giù quando deglutisci, potrebbe essere un nodulo tiroideo. Visita il tuo medico per controllarlo.

 

Come vengono trattati i noduli tiroidei?

Il trattamento dipende dal tipo di nodulo o noduli che hai. I trattamenti includono:

  • Attesa vigile. Se il nodulo non è cancerogeno, il medico probabilmente deciderà di controllarlo. Dovrai eseguire regolarmente esami fisici, esami del sangue e persino ecografia della tiroide. Se il nodulo non mostra cambiamenti, è molto probabile che non sia necessario alcun trattamento.
  • Chirurgia. Può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere i noduli che possono essere cancerogeni o grandi noduli che causano problemi di respirazione o deglutizione.
  • Iodio radioattivo. Questo tipo di trattamento può essere utile se si hanno noduli che producono troppi ormoni tiroidei. Il trattamento con iodio radioattivo fa contrarre i noduli e produce meno quantità di ormoni tiroidei.

Cos’è il cancro alla tiroide?

Il cancro della tiroide è generato quando le cellule tumorali si formano nei tessuti della ghiandola tiroidea.

La maggior parte delle persone con cancro alla tiroide ha un nodulo tiroideo che non ha sintomi. Se hai sintomi, può essere un’infiammazione o un nodulo al collo. Il nodulo può causare problemi di deglutizione. La voce di alcune persone diventa rauca.

Per sapere se il nodulo o il nodulo è cancerogeno, il medico richiederà determinati test . La maggior parte dei noduli tiroidei non è cancerogena.

 

Chi è a rischio di sviluppare un cancro alla tiroide?

Il numero di donne che sviluppano il cancro alla tiroide triplica il numero di uomini. Inoltre, il numero di donne con cancro alla tiroide è in aumento. Entro il 2020, il numero di donne con cancro alla tiroide dovrebbe raddoppiare, da 34.000 a più di 70.000 donne.

Il cancro alla tiroide è più comune nelle donne rispetto a:

  • Hanno tra i 25 ei 65 anni
  • Hanno subito terapie con radiazioni per combattere il cancro nell’area della testa o del collo, in particolare durante l’infanzia
  • Hai una storia di gozzo
  • Avere una storia familiare di cancro alla tiroide

Come viene trattato il cancro alla tiroide?

Il trattamento principale per il cancro della tiroide è un intervento chirurgico per rimuovere l’intera ghiandola tiroidea o la quantità che può essere rimossa in modo sicuro. Solo la chirurgia può curare il cancro alla tiroide se il tumore è piccolo e non si è ancora metastatizzato ai linfonodi.

Il medico può anche integrarlo con la terapia con iodio radioattivo dopo l’intervento. La terapia con iodio radioattivo distrugge tutte le cellule tumorali nella tiroide che non sono state rimosse chirurgicamente o si sono diffuse in altre parti del corpo.

Il dottore probabilmente menzionerà altri trattamenti per il cancro alla tiroide. Scopri di più sui trattamenti per il cancro alla tiroide presso il National Cancer Institute.

 

Come vengono diagnosticate le malattie della tiroide?

Può essere difficile da rilevare se hai una malattia della tiroide. I sintomi sono gli stessi di quelli che presentano numerosi altri problemi di salute. Il medico può iniziare chiedendoti la tua storia medica e se qualcuno della famiglia soffre di una malattia della tiroide. Il medico può anche richiedere un esame fisico e controllare il collo per i noduli tiroidei.

Inoltre, a seconda dei sintomi, il medico può eseguire altri test, quali:

  • Esame del sangue L’analisi del livello dell’ormone stimolante la tiroide (TSH) nel flusso sanguigno aiuta il medico a determinare se la tiroide è iperattiva o insufficiente. Il TSH dice alla ghiandola tiroide di produrre ormoni tiroidei. A seconda dei risultati, il medico può richiedere un altro esame del sangue per monitorare i livelli di uno o entrambi gli ormoni tiroidei nel sangue.
  • Test di assorbimento radioattivo allo iodio. Per questo test, un liquido o una capsula che contiene una piccola dose di iodio radioattivo (radioiodio) viene ingerito. Lo iodio radioattivo è concentrato nella tiroide perché questa ghiandola utilizza lo iodio per produrre l’ormone tiroideo.

Alti livelli di iodio radioattivo indicano che la tiroide produce troppo ormone tiroideo. Se i livelli sono bassi, la tiroide non produce abbastanza ormoni tiroidei.

  • Scansione della tiroide. La scansione della tiroide utilizza la stessa dose di iodio radioattivo somministrato per via orale per il test di captazione. Nel test, il paziente giace su una barella e una speciale telecamera prende un’immagine della tiroide e la proietta su uno schermo. Questo test mostra il pattern di assorbimento radioattivo di iodio nella tiroide.Questo test rivela tre tipi di noduli:
    • Noduli “caldi”. Durante il test, questi noduli tiroidei appaiono più luminosi dei normali noduli tiroidei. Assorbono più iodio radioattivo rispetto alla tiroide circostante. Producono anche più ormoni di una ghiandola normale. Meno dell’1% di questi noduli è cancerogeno.
    • Noduli “caldi”. Questi noduli assorbono la stessa quantità di iodio radioattivo della normale ghiandola tiroide e producono una quantità normale di ormoni. Solo il 5% – 8% di questi noduli sono cancerogeni.
    • Noduli “freddi”. Questi noduli sono visualizzati come aree scure sulla scansione. Non assorbono troppo iodio radioattivo e non producono ormoni tiroidei. Molti dei noduli sono freddi. Fino al 15% di questi noduli sono cancerogeni.
  • Ultrasuoni della tiroide. L’ecografia della tiroide utilizza le onde sonore per generare un’immagine della tiroide su uno schermo. Questo test può essere molto utile al tuo medico per determinare che tipo di nodulo hai e quanto è grande. Probabilmente hai bisogno di più ultrasuoni della tiroide con il passare del tempo per assicurarti che il nodulo non si ingrandisca o si restringa.

L’ecografia può anche essere utile per rilevare il cancro alla tiroide, anche se non può essere utilizzato esclusivamente per la diagnosi di cancro alla tiroide.

  • Biopsia tiroidea con ago sottile. Questo test viene utilizzato per sapere se i noduli tiroidei contengono cellule normali. Il medico può anestetizzare un’area del collo. Successivamente, punterai la tiroide con un ago sottile per rimuovere alcune cellule e liquidi. Infine, osserverai le cellule attraverso un microscopio per vedere se sono normali. Le cellule che non sono normali possono indicare il cancro alla tiroide.

La malattia della tiroide causa problemi a rimanere incinta?

Sia l’ipertiroidismo che l’ipotiroidismo possono rendere difficile la gravidanza . Questo perché i problemi con l’ormone tiroideo possono alterare l’equilibrio degli ormoni responsabili dell’ovulazione. Ipotiroidismo può anche causare l’organismo a produrre prolattina, l’ormone che dice al corpo di fare il latte materno. Troppa prolattina può cancellare l’ ovulazione .

I problemi della tiroide possono anche influenzare il ciclo mestruale . I tuoi periodi possono essere più intensi o irregolari o potresti addirittura essere completamente assente per diversi mesi o più (questa condizione è chiamata amenorrea).

 

In che modo la malattia tiroidea influisce sulla gravidanza?

Gli ormoni coinvolti in gravidanza aumentano i livelli degli ormoni tiroidei nel sangue. Gli ormoni tiroidei sono necessari per lo sviluppo del cervello del bambino mentre si sta preparando.

Può essere più difficile diagnosticare problemi alla tiroide durante la gravidanza a causa di cambiamenti nei livelli ormonali che di solito si verificano durante il periodo di gestazione. Ma è particolarmente importante avere controlli per escludere o rilevare i problemi prima di rimanere incinta e durante la gravidanza. Ipertiroidismo incontrollato e ipotiroidismo possono causare problemi sia alla madre che al bambino.

L’ ipertiroidismo che è non trattato con farmaci durante la gravidanza può causare:

  • Consegna prematura (nascita del bambino prima della 39a o 40a settimana o prima della fine del termine)
  • Preeclampsia, una condizione grave che si verifica dopo 20 settimane di gravidanza. La preeclampsia provoca ipertensione e problemi nei reni e in altri organi. Il parto è l’unica cura per la preeclampsia.
  • Tempesta tiroidea (aggravamento improvviso e grave dei sintomi)
  • Ritmo cardiaco accelerato nel neonato, che può causare insufficienza coronarica, scarso aumento ponderale o ingrossamento della tiroide che può rendere difficoltosa la respirazione
  • Basso peso alla nascita (meno di 5 sterline)
  • Aborto spontaneo

L’ ipotiroidismo che è non trattato con farmaci durante la gravidanza può causare:

  • Anemia (basso numero di globuli rossi sotto il livello normale)
  • preeclampsia
  • Basso peso alla nascita (meno di 5 sterline)
  • Aborto spontaneo
  • Morte fetale
  • Problemi con la crescita del bambino e lo sviluppo del cervello