Reflusso gastroesofageo (GER) e malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) negli adulti

Cos’è il GER?

Il reflusso gastroesofageo (GER) si verifica quando il contenuto dello stomaco ritorna all’esofago (il tubo muscolare che trasporta cibo e liquidi dalla bocca allo stomaco).

Il GER è anche chiamato reflusso acido o rigurgito acido, perché i succhi digestivi nello stomaco contengono acido. A volte, le persone con GER possono sentire il sapore dei liquidi acidi o del cibo nella parte posteriore della bocca. L’acido gastrico reflusso che tocca il rivestimento dell’esofago può causare bruciore di stomaco. Chiamata anche indigestione acida, l’acidità è una sensazione di bruciore e disagio nel mezzo del torace, dietro lo sterno o nella parte superiore dell’addome (l’area tra il torace e i fianchi).

Il GER occasionale è comune. Le persone possono controllare il GER nei seguenti modi:

  • evitando cibi e bevande che contribuiscono all’acidità, come cioccolato, caffè, menta, cibi piccanti o grassi, prodotti a base di pomodoro e bevande alcoliche
  • evitando l’eccesso di cibo
  • smettere di fumare
  • perdere peso se sono sovrappeso
  • evitando di mangiare 2 o 3 ore prima di andare a dormire
  • assumendo il contatore farmaci

Cos’è GERD?

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una forma più grave, cronica o prolungata di GER. Il GER che si verifica più di due volte alla settimana per alcune settimane può essere GERD, che nel tempo può causare problemi di salute più seri.

Quali sono le cause di GERD?

Il GERD si verifica quando lo sfintere esofageo inferiore (muscolo agisce come una valvola tra l’esofago e stomaco) indebolisce o si rilassa quando non dovrebbe, che provoca il contenuto dello stomaco nell’esofago nella salita. Anomalie del corpo come le ernie iatali possono anche essere la causa del GERD. Le ernie iatali si verificano quando la parte superiore dello stomaco si sposta verso l’alto verso il petto. Lo stomaco può fuoriuscire attraverso un’apertura trovata nel diaframma. Il diaframma è la parete muscolare che separa lo stomaco dal torace. Le ernie iatali possono causare GERD dall’acido dello stomaco che scorre attraverso l’apertura, tuttavia, la maggior parte non produce sintomi.

Altri fattori che possono contribuire alla GERD includono quanto segue:

  • obesità
  • gravidanza
  • alcuni farmaci, come ad esempio farmaci per l’asma, calcio-antagonisti e molti antistaminici, analgesici, sedativi e antidepressivi
  • fumare o inalare il fumo di altri fumatori

Qual è il tratto gastrointestinale?

Il tratto gastrointestinale è una serie di organi cavi sono uniti in un lungo tubo arrotolato dalla bocca all’ano. Il movimento dei muscoli nel tratto gastrointestinale, con il rilascio di ormoni ed enzimi, inizia la digestione del cibo. Il tratto gastrointestinale superiore comprende la bocca, l’esofago, lo stomaco, l’intestino tenue e il duodeno, che è la prima parte dell’intestino tenue.

Quali sono i sintomi di GERD?

Il sintomo principale di GERD è il bruciore di stomaco frequente, sebbene alcuni adulti con GERD non abbiano bruciore di stomaco. Altri sintomi comuni di GERD includono quanto segue:

  • tosse secca e cronica
  • dispnea
  • asma e polmonite ricorrente
  • nausea
  • vomito
  • mal di gola, raucedine o laringite (infiammazione e irritazione della laringe)
  • difficoltà o dolore durante la deglutizione
  • dolore al torace o all’addome superiore
  • erosione dentale o alitosi

Come viene diagnosticata la GERD?

Un operatore sanitario può indirizzare le persone con sintomi di GERD a un gastroenterologo (medico specializzato in malattie dell’apparato digerente) per la diagnosi e il trattamento.

I cambiamenti nello stile di vita e i farmaci sono spesso le prime linee di trattamento in caso di sospetto di GERD. Se i sintomi migliorano con questi metodi di trattamento, una diagnosi di GERD generalmente non richiede test. Tuttavia, per confermare una diagnosi, una persona può aver bisogno di test se i sintomi non migliorano. Le persone con possibile GERD che hanno difficoltà a deglutire possono anche aver bisogno di essere testate.

Non esiste un test completamente accurato per diagnosticare il GERD. Tuttavia, ci sono diversi test che possono aiutare la diagnosi:

Serie gastrointestinale superiore. Sebbene il gastroenterologo non usi una serie gastrointestinale superiore per diagnosticare il reflusso acido o il GERD, il test può fornire informazioni sulla forma del tratto gastrointestinale superiore. Un radiologo esegue il test in un centro ospedaliero o ambulatorio e un radiologo (specialista in imaging medico) interpreta le immagini. Questo test non ha bisogno di anestesia. Non è consentito bere o mangiare nulla prima della procedura, come indicato dallo staff sanitario. Il paziente dovrebbe consultare il proprio gastroenterologo su cosa dovrebbero fare per preparare una serie gastrointestinale più alta.

Durante la procedura, la persona si fermerà o si siederà davanti a una macchina a raggi X e berrà il bario, un liquido calcareo. I cappotti bario dell’esofago, dello stomaco e l’intestino tenue per il radiologo e un gastroenterologo possono vedere le forme di questi organi più chiaramente nelle radiografie. Il bario mostra problemi legati al GERD come le ernie iatali. Anche se la serie GI superiore non può rilevare irritazione minore, il test può rilevare contrazioni esofagee (restringimento dell’esofago che possono essere causati da GERD) e ulcere o piaghe.

Una persona può manifestare gonfiore e nausea per un breve periodo dopo il test. Alcuni giorni dopo, il liquido di bario nel tratto gastrointestinale causa feci bianche o di colore chiaro. Un operatore sanitario fornirà alla persona istruzioni specifiche su cosa mangiare e bere dopo il test.

Endoscopia superiore Un gastroenterologo può utilizzare un’endoscopia superiore, nota anche come esofagogastroduodenoscopia, se la persona continua con sintomi di GERD nonostante i cambiamenti nello stile di vita e nel trattamento farmacologico. L’endoscopia superiore è il test comunemente usato per valutare la gravità del GERD. Questa procedura prevede l’uso di un endoscopio (un tubo piccolo e flessibile con una luce) per visualizzare il tratto gastrointestinale superiore.

Un gastroenterologo esegue questo test in un centro ospedaliero o ambulatorio. La persona può ricevere un anestetico liquido che viene spruzzato nella parte posteriore della gola o con cui fanno i gargarismi.

Se vengono usati i sedativi, un operatore sanitario inserirà un ago per via endovenosa nella vena della persona.

Dopo che la persona riceve il sedativo, il gastroenterologo inserice delicatamente l’endoscopio attraverso la bocca e nell’esofago, poi lo stomaco e del duodeno. Una piccola telecamera montata sull’endoscopio trasmette un’immagine video a un monitor, consentendo di esaminare da vicino il rivestimento intestinale. Il gastroenterologo utilizza l’endoscopio per eseguire la biopsia, una procedura che prevede l’assunzione di una piccola porzione di tessuto esofageo. Un patologo (un medico specializzato nella diagnosi di malattie) esaminerà il tessuto al microscopio e determinerà il grado di infiammazione.

Un gastroenterologo diagnostica GERD quando il test mostra lesioni nell’esofago in una persona con sintomi di GERD da moderati a gravi.

Test di monitoraggio del pH esofageo. Come il test più accurato per rilevare reflusso acido, ph-metria misura la quantità di liquido o acido nell’esofago mentre la persona svolge le normali attività come mangiare e dormire. Un gastroenterologo esegue questo test in un ospedale o ambulatorio come parte di un’endoscopia superiore. La persona può rimanere sveglia durante il test. Non è necessaria alcuna sedazione per il test, tuttavia può essere utilizzato se necessario.

Un gastroenterologo passerà un tubo sottile, chiamato sondino nasogastrico, attraverso il naso o la bocca della persona nello stomaco. Il gastroenterologo rimuove quindi il tubo dall’esofago, dove verrà attaccato alla guancia della persona e rimarrà lì per 24 ore. L’estremità del tubo nell’esofago ha una piccola sonda per misurare quando e quanto fluido o acido sale nell’esofago. L’altra estremità del tubo, attaccata a un monitor all’esterno del corpo, mostra le misure che vengono prese.

Questo test è più utile combinato con un diario dettagliato che indica orari, dettagli e quantità di assunzione di una persona e sintomi di GERD che causano. Il gastroenterologo può vedere correlazioni tra i sintomi e determinati cibi o momenti della giornata. La procedura può anche aiutare a dimostrare se il reflusso provoca sintomi respiratori.

Manometria esofagea La manometria esofagea misura le contrazioni muscolari dell’esofago. Un gastroenterologo può ordinare questo test se si considera una persona per un intervento antireflusso. Il gastroenterologo esegue questo test durante una visita in ufficio. Una persona può ricevere l’anestesia dell’aerosol all’interno dei passaggi nasali o nella parte posteriore della gola. Il gastroenterologo passa un tubo morbido e sottile attraverso il naso della persona allo stomaco. La persona deglutisce mentre il gastroenterologo ritratta delicatamente il tubo nell’esofago. Un computer misura e registra la pressione delle contrazioni muscolari in diverse parti dell’esofago. Il test può mostrare se i sintomi sono dovuti alla debolezza del muscolo dello sfintere. Un operatore sanitario può anche utilizzare il test per diagnosticare altri disturbi dell’esofago che possono avere sintomi simili come il bruciore di stomaco. La maggior parte delle persone può riprendere regolarmente attività, dieta e farmaci immediatamente dopo il test.

Come viene trattata la GERD?

Il trattamento per GERD può comportare uno o più dei seguenti, a seconda della gravità dei sintomi: cambiamenti nello stile di vita, i farmaci o la chirurgia.

Cambiamenti nello stile di vita

Alcune persone possono ridurre i sintomi di GERD nel modo seguente:

  • perdere peso, se necessario
  • indossare indumenti larghi nella zona dello stomaco, poiché i vestiti stretti possono limitare l’area e aumentare il reflusso
  • stare in piedi 3 ore dopo i pasti
  • alzando la testa del tuo letto di circa 6 a 8 pollici (1 pollici = 2,5cm)mettendo blocchi di legno sotto le gambe del letto; l’uso di pochi cuscini extra potrebbe non essere utile
  • evitando di fumare e di stare con persone che fumano

Farmaci

Le persone possono acquistare molti farmaci per GERD senza prescrizione medica, ma quelli che hanno sintomi persistenti dovrebbero comunque vedere un fornitore di assistenza sanitaria.

Gli antiacidi, che includono farmaci da banco come Alka-Seltzer, Maalox, Mylanta, Rolaids e Riopan, sono un approccio di prima linea raccomandato dagli operatori sanitari per alleviare l’acidità e altri sintomi lievi di GERD. Tuttavia, gli antiacidi possono avere effetti collaterali, come diarrea e costipazione.

Bloccante H2, come la cimetidina (Tagamet HB), famotidina (Pepcid AC), nizatidina (Axid AR) e ranitidina (Zantac 75), diminuiscono la produzione di acido. Questi farmaci sono disponibili su prescrizione medica e senza prescrizione medica. I bloccanti H2 offre sollievo a breve termine o nel momento necessario, e sono effettivi per molte persone con sintomi di GERD.Possono aiutare anche a curare l’esofago, benché non tanto bene come gli inibitori di bomba di protoni, (protone pump inhibitors, PPI)

Il PPI comprende omeprazolo (Prilosec, Zegerid), lansoprazolo (Prevacid), pantoprazolo (Protonix), rabeprazolo (Aciphex) , ed esomeprazolo (Nexium), tutti disponibili su prescrizione medica. Omeprazolo e lansoprazolo sono disponibili anche al banco. Gli IPP sono più efficaci dei bloccanti H2 e possono alleviare i sintomi e curare il rivestimento esofageo della maggior parte delle persone affette da GERD. Gli operatori sanitari prescrivono in genere PPI per il controllo a lungo termine di GERD. Tuttavia, gli studi dimostrano che le persone che assumono PPI a lungo termine o in dosi elevate hanno maggiori probabilità di soffrire di fratture dell’anca, del polso e della colonna vertebrale. Le persone dovrebbero assumere questi farmaci a stomaco vuoto per l’acido dello stomaco per attivarli.

Il procinetici, tra cui Bethanechol (Urecholine) e metoclopramide (Reglan), aiutare lo stomaco vuoto rapidamente. Tuttavia, sia il betanecol che la metoclopramide hanno effetti collaterali che spesso ne limitano l’uso, come nausea, diarrea, affaticamento, depressione, ansia e problemi di movimento fisico. Prokinetics può interagire con altri farmaci, quindi, le persone che assumono agenti procinetici dovrebbero dire al loro fornitore di assistenza sanitaria su tutti i farmaci che stanno assumendo.

È stato dimostrato che gli antibiotici, incluso quello chiamato eritromicina, migliorano lo svuotamento gastrico. L’eritromicina ha meno effetti collaterali del bethanechol e della metoclopramide; Tuttavia, come tutti gli antibiotici, può causare diarrea.

Tutte queste medicine funzionano di forma differente, pertanto, la combinazione di medicine può aiutare a controllare i sintomi. Le persone che hanno acidità dopo avere mangiato possono prendere antiacido e bloccante H2. Gli antiacidi neutralizzano l’acido stomacale ed i bloccanti H2 fermano la produzione di acido. Per il momento in cui gli antiacidi smettono di funzionare, i bloccanti H2 ha fermato la produzione di acido.

Chirurgia

Quando una persona non può controllare i sintomi gravi della malattia da reflusso gastroesofageo attraverso i farmaci o i cambiamenti dello stile di vita, un medico può raccomandare un intervento chirurgico. Un operatore sanitario può anche raccomandare un intervento chirurgico per GERD che deriva da un’anomalia fisica o da sintomi GERD che causano gravi problemi respiratori. La funduplicatura è il trattamento chirurgico standard per la GERD e controlla il riflusso a lungo termine nella maggioranza dei casi. Un gastroenterologo o un chirurgo può anche utilizzare tecniche endoscopiche per il trattamento di GERD. Tuttavia, i tassi di successo delle tecniche endoscopiche non sono completamente noti, in quanto i ricercatori non li hanno sufficientemente testati negli studi clinici. Le persone hanno maggiori probabilità di sviluppare complicazioni dalla chirurgia rispetto ai farmaci. La chirurgia antireflusso ha più successo nelle persone di età inferiore ai 50 anni.

La fundoplicazione è un’operazione in cui la parte superiore dello stomaco è cucita intorno all’esofago per aggiungere pressione all’estremità inferiore dell’esofago e quindi ridurre il reflusso. Un chirurgo esegue la fundoplicazione usando un laparoscopio, un tubo sottile con una piccola videocamera aderente che viene utilizzata per visualizzare l’interno del corpo. Il chirurgo esegue l’operazione in un ospedale o centro ambulatorio e la persona riceve l’anestesia generale. Le persone possono lasciare l’ospedale o il centro ambulatorio 1 o 3 giorni dopo e tornare alle loro attività quotidiane a 2 o 3 settimane.

Le tecniche endoscopiche, come la sutura endoscopica e la radiofrequenza, aiutano a controllare la GERD in alcune persone. La sutura endoscopica utilizza piccole suture per stringere il muscolo dello sfintere. La radiofrequenza crea lesioni da calore che aiutano a contrarre il muscolo dello sfintere. La chirurgia per entrambe le tecniche richiede un endoscopio. Un chirurgo esegue l’operazione in un ospedale o centro ambulatorio e la persona riceve l’anestesia. Benché i dispositivi per questi procedimenti siano promossi, forse i risultati non sono tanto buoni come quelli della chirurgia laparoscópica, e questi procedimenti non si usano abitualmente.

Quali sono le complicazioni a lungo termine di GERD?

La GERD senza trattamento a volte può causare gravi complicazioni nel tempo, ad esempio

  • esofagite: irritazione dell’esofago da reflusso acido dello stomaco che danneggia il rivestimento e provoca sanguinamento o ulcere. Gli adulti con esofagite cronica per molti anni hanno maggiori probabilità di sviluppare cambiamenti precancerosi nell’esofago.
  • contrazioni che causano difficoltà a deglutire.
  • problemi respiratori, come difficoltà respiratorie.
  • Esofago di Barrett, una condizione in cui il rivestimento del tessuto esofageo è sostituito da tessuto simile al rivestimento dell’intestino. Alcune persone con l’esofago di Barrett hanno un tipo raro ma di solito fatale tipo di cancro esofageo.

Cibo, dieta e nutrizione

Le persone con GERD possono spesso ridurre il reflusso evitando cibi e bevande che peggiorano i sintomi. Altri cambiamenti nella dieta che possono aiutare a ridurre i sintomi includono la riduzione dell’assunzione di grassi e il consumo di piccoli pasti su base frequente invece di tre pasti abbondanti. Le persone in sovrappeso possono parlare con un operatore sanitario dei cambiamenti nella dieta che li aiutano a perdere peso, il che può ridurre i sintomi della GERD.

Punti da ricordare

  • Il reflusso gastroesofageo (GER) si verifica quando il contenuto dello stomaco va all’indietro e rientra nell’esofago.
  • Il GER è anche chiamato reflusso acido o rigurgito acido perché i succhi digestivi nello stomaco contengono acido.
  • La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una forma più grave e cronica di GER.
  • GERD si verifica quando lo sfintere esofageo inferiore si indebolisce o si rilassa quando non dovrebbe, e questo fa sì che il contenuto dello stomaco ascenda nell’esofago.
  • Il sintomo principale di GERD è il bruciore di stomaco frequente, sebbene alcuni adulti con GERD non abbiano bruciore di stomaco.
  • Altri sintomi comuni di GERD includono asma o polmonite ricorrente, difficoltà a deglutire o dolore durante la deglutizione e dolore al petto.
  • Un operatore sanitario può indirizzare le persone con sospetto GERD a un gastroenterologo per la diagnosi e il trattamento.
  • Il trattamento per GERD può comportare uno o più dei seguenti, a seconda della gravità dei sintomi: cambiamenti nello stile di vita, i farmaci o la chirurgia.
  • Un operatore sanitario deve controllare una persona con GERD per prevenire o trattare le complicanze a lungo termine