Sono incinta

Sei incinta, cosa fare adesso?

Quindi sei incinta! Qual è il prossimo? Cosa dovresti mangiare? Che tipo di test hai bisogno? E il tuo bambino? Cosa succede se si verifica un problema? Trova le risposte a queste domande e altro ancora.

Fasi della gravidanza

La gravidanza consiste di circa 40 settimane contando dal primo giorno del tuo ultimo periodo mestruale. Le settimane sono raggruppate in tre quarti . Scopri cosa succede con te e con il bambino in queste tre fasi.

Primo trimestre (dalla settimana 1 alla 12)

Durante il primo trimestre, il corpo subisce molti cambiamenti. I cambiamenti ormonali riguardano praticamente tutti i sistemi di organi. Questi cambiamenti possono manifestare sintomi anche nelle prime settimane di gravidanza. Il ritardo mestruale è un ovvio segno di gravidanza. Altre modifiche potrebbero includere:

  • esaurimento
  • Seni sensibili e infiammati. I capezzoli possono anche diventare sporgenti.
  • Stomaco sconvolto Può verificarsi vomito (nausea mattutina)
  • Desiderio verso o antipatia di certi cibi
  • Cambiamenti di umore
  • Stitichezza (difficoltà ad eliminare le feci)
  • Hai bisogno di urinare più spesso
  • mal di testa
  • asprezza
  • Aumento di peso o perdita

Man mano che il corpo cambia, probabilmente è necessario apportare modifiche alla routine quotidiana; Ad esempio, vai a letto prima o mangia più frequentemente ma in piccole quantità. Fortunatamente, la maggior parte di questi disagi scomparirà col tempo. E alcune donne non sentono nulla. Se sei stata incinta prima, potresti sentirti diverso questa volta. Tutte le donne sono diverse; La stessa cosa succede con le gravidanze.

Secondo trimestre (dalla settimana 13 al 28)

La maggior parte delle donne ritiene che il secondo trimestre di gravidanza sia più facile da trasportare rispetto al primo trimestre. In ogni caso, è altrettanto importante essere informati sulla gravidanza durante questi mesi.

Noterai che alcuni sintomi, come nausea e stanchezza, scompariranno. Ma ora ci saranno nuovi cambiamenti nel corpo che saranno più evidenti. L’addome si espanderà in base alla crescita del bambino. E prima della fine di questo trimestre, sentirai il bambino iniziare a muoversi.

Mentre il tuo corpo cambia per fare spazio al bambino, probabilmente hai:

  • Smagliature nell’addome, seni, cosce o glutei
  • Oscuramento delle areole
  • Una linea sulla pelle che si estende dall’ombelico ai peli pubici
  • Macchie scure sulla pelle, in particolare sulle guance, sulla fronte, sul naso o sul labbro superiore. Di solito appaiono su entrambi i lati del viso. È conosciuto come la maschera della gravidanza.
  • Intorpidimento o formicolio nelle mani, chiamato sindrome del tunnel carpale
  • Prurito nell’addome, i palmi delle mani e le piante dei piedi. (Rivolgersi al proprio medico se si ha nausea, perdita di appetito, vomito, ittero o stanchezza con prurito, questo può indicare gravi problemi al fegato).
  • Infiammazione a livello di caviglie, dita e viso. (Se noti un gonfiore improvviso o estremo o un rapido aumento di peso, contatti immediatamente il medico – questo potrebbe essere un segnale di preeclampsia .)

Terzo trimestre (dalla settimana 29 alla 40)

Sei nel tratto finale! Alcuni dei disagi del secondo trimestre continueranno. Inoltre, molte donne non hanno fiato e hanno bisogno di andare più spesso in bagno. Questo perché il bambino sta crescendo sempre di più ed esercita una pressione maggiore sugli organi. Non preoccuparti, il bambino sta bene e questi problemi saranno sollevati una volta che partorirai.

Tra le modifiche del corpo che noterete nel terzo trimestre includono:

  • Mancanza di respiro
  • asprezza
  • Infiammazione a livello di caviglie, dita e viso. (Se noti un gonfiore improvviso o estremo o un rapido aumento di peso, contatti immediatamente il medico – questo potrebbe essere un segnale di preeclampsia .)
  • emorroidi
  • Sensibilità al seno; possono secernere una sostanza acquosa che è il liquido precursore del latte chiamato colostro
  • Ombelico sporgente
  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Il movimento del bambino verso la parte inferiore del tuo addome
  • Contrazioni, che possono indicare lavoro effettivo o falso allarme

Più si avvicina alla data di consegna, la cervice diventa più sottile e liscia (questo processo è noto come effacimento). Questo è un processo normale e naturale che aiuta il canale del parto (la vagina) durante il travaglio. Il medico controllerà i progressi con un esame vaginale con l’avvicinarsi della data di consegna stabilita. Rallegrati, il conto alla rovescia è iniziato!

La crescita del bambino Primo trimestre (dalla settimana 1 alla 12)

Da quattro a cinque settimane:

  • Il cervello e il midollo spinale iniziano a svilupparsi.
  • Il cuore inizia a formarsi.
  • Appaiono grumi che diventeranno più tardi braccia e gambe.
  • In questo momento, il tuo bambino è un embrione che misura 0,04 “

A otto settimane:

  • Tutti gli organi principali e le strutture corporee esterne hanno già iniziato a formarsi.
  • La frequenza cardiaca del bambino è costante.
  • Le braccia e le gambe si allungano e le dita delle mani e dei piedi iniziano a formarsi.
  • Gli organi sessuali iniziano a svilupparsi.
  • Gli occhi si muovono in avanti e le palpebre si formano.
  • Il cordone ombelicale può essere visto chiaramente.
  • Quando arrivi a otto settimane, il tuo bambino è un feto e ha un aspetto più umano. Il bambino è lungo circa 1 “e pesa meno di 0,125 once.

A 12 settimane:

  • Nervi e muscoli iniziano a lavorare insieme. Il bambino può chiudere il pugno.
  • Gli organi sessuali esterni permettono di conoscere il sesso del bambino. Per questo, sarà necessario eseguire un’ecografia dal secondo trimestre.
  • Le palpebre si chiudono per proteggere gli occhi in via di sviluppo. Non si apriranno di nuovo fino alla 28a settimana.
  • Il ritmo in cui la testa crebbe diminuisce e il bambino è già molto più lungo. Ora, con 3 “di lunghezza, il bambino pesa quasi un grammo.

Secondo trimestre (dalla settimana 13 al 28)

A 16 settimane:

  • I tessuti muscolari e ossei continuano a formare e creare uno scheletro più completo.
  • La pelle comincia a formarsi. Non puoi praticamente vederlo attraverso.
  • Il meconio si forma nel tratto intestinale del bambino. Questa sarà la sua prima deposizione.
  • Il bambino esegue i movimenti di aspirazione con la bocca (riflesso di aspirazione).
  • Il bambino misura tra 4 e 5 “di lunghezza e pesa circa 3 once.

A 20 settimane:

  • Il bambino diventa più attivo. Forse puoi sentire come si muove.
  • Il bambino è coperto da una chioma sottile e morbida chiamata lanugine e un cappotto ceroso chiamato vernix. Questo protegge la pelle che si sta sviluppando.
  • Le sopracciglia, le ciglia e le unghie delle mani e dei piedi si sono già formate. Il bambino può persino grattarsi.
  • Il bambino può sentire e deglutire.
  • Nel mezzo del viaggio, il bambino è lungo 6 “e pesa circa 9 once.

A 24 settimane:

  • Il midollo osseo inizia a produrre globuli rossi.
  • Le papille gustative si formano.
  • Il bambino ha già le impronte digitali.
  • I capelli veri cominciano a crescere sulla testa del bambino.
  • I polmoni sono già formati ma non funzionano ancora.
  • Il riflesso di presa o presa è sviluppato e quello di startle o Moro.
  • Il bambino si addormenta e si sveglia periodicamente.
  • Se il bambino è un bambino, i testicoli iniziano a spostarsi dall’addome allo scroto. Se lei è una ragazza, il suo utero e le ovaie sono a posto e gli ovuli che espellono le ovaie per tutta la sua vita sono già stati formati.
  • Il bambino accumula grasso e ha guadagnato peso considerevole. Ora, con 12 “di lunghezza, il bambino pesa circa 1 ½ sterline.

Terzo trimestre (dalla settimana 29 alla 40)

A 32 settimane:

  • Le loro ossa sono completamente formate ma sono ancora morbide.
  • I calci e i colpi del bambino sono energici.
  • Puoi aprire e chiudere gli occhi e avere anche la sensibilità alla luce.
  • I polmoni non sono completamente formati ma ci sono movimenti “respiranti” che servono come pratica.
  • Il corpo del bambino inizia a immagazzinare minerali vitali, come ferro e calcio.
  • La lanuggine inizia a cadere.
  • Il bambino guadagna peso velocemente, circa mezzo chilo alla settimana. Ora, il tuo bambino ha una lunghezza compresa tra 15 “e 17” e pesa tra 4 e 4½ sterline.

A 36 settimane:

  • Lo strato ceroso protettivo chiamato vernix diventa più spesso.
  • Aumentare il grasso corporeo Il bambino continua a crescere e ha meno spazio per muoversi. I movimenti non sono più così forti ma sentirai che è teso e scosso.
  • Il tuo bambino ha una lunghezza compresa tra 16 “e 19” e pesa tra 6 e 6½ sterline.

Dalla settimana 37 alla 40:

  • A 39 settimane, il bambino è considerato a tempo pieno. Gli organi del bambino sono pronti a funzionare da soli.
  • All’avvicinarsi della data di consegna stabilita, il bambino gira a testa in giù e adotta una posizione adatta per la consegna. La maggior parte dei bambini si trova in questa posizione.
  • Alla nascita, il tuo bambino peserà tra 6 libbre 2 once e 9 libbre 2 once e misurerà tra 19 e 21 pollici di lunghezza. La stragrande maggioranza dei bambini a termine presenta queste misure. Tuttavia, possono anche nascere con altre misure ed essere comunque in salute.

Cura e test prenatali

Controlli medici e test diagnostici aiutano a mantenere in salute te e il tuo bambino durante la gravidanza. Questo è chiamato cura prenatale e include formazione e consulenza su come gestire diversi aspetti della gravidanza. Durante le consultazioni mediche, il medico può affrontare diversi argomenti, come un’alimentazione sana e l’attività fisica, i test di screening di cui potresti avere bisogno e cosa aspettarti durante il travaglio e il parto.

Scegli un fornitore di cure prenatali

Visiterete il vostro fornitore di cure prenatali diverse volte prima della nascita del bambino. Pertanto, probabilmente vorrai assicurarti che la persona che scegli abbia una buona reputazione e ti ascolti e ti rispetti. Dovrai trovare il medico o l’ostetrica che può ricevere il tuo bambino nel luogo in cui vuoi partorire , come un ospedale o un centro di maternità specifico. Il tuo fornitore dovrebbe anche essere disposto e in grado di fornirti le informazioni e il supporto di cui hai bisogno per prendere decisioni informate quando scegli di allattare o nutrire con il biberon.

Tra i fornitori di servizi medici che si occupano di donne durante la gravidanza, sono:

  • Ostetrici : sono medici specializzati nella cura delle donne in gravidanza e nelle consegne. Gli ostetrici hanno anche una formazione speciale negli interventi chirurgici, quindi possono eseguire cesarei . Si raccomanda che le donne che hanno problemi di salute o siano a rischio di complicanze durante la gravidanza visitino un ostetrico. Le donne che portano le gravidanze più a rischio probabilmente necessitano di cure speciali da uno specialista di medicina materno-fetale .
  • Medici : sono medici che sono responsabili per la salute della l’ intera famiglia in tutte le fasi della vita. Queste fasi comprendono assistenza durante la gravidanza, il parto e dopo la nascita. La maggior parte dei medici di medicina generale non può eseguire cesarei.
  • Infermiere-ostetriche certificate (CNM) e ostetriche professionali certificate (CPM) : sono addestrate per fornire assistenza durante la gravidanza e dopo il parto. Le ostetriche possono essere una buona opzione per le donne sane che non sono soggette a problemi durante la gravidanza, il travaglio e il parto. I CNM sono addestrati in infermieristica e ostetricia. La maggior parte dei CNM pratica negli ospedali e nei centri di maternità. Ai CPM è richiesto di avere esperienza nelle consegne nazionali perché la maggior parte dei CPM si esercita nelle case e nei centri di maternità. Tutte le ostetriche dovrebbero avere un piano di riserva che coinvolge un ostetrico in caso di un problema o di emergenza.

Chiedi consigli dai fornitori al tuo medico di base, agli amici e alla famiglia. Quando fai la tua scelta, considera:

  • La sua reputazione
  • La sua personalità e il trattamento dei pazienti
  • Il sesso e l’età del fornitore
  • L’indirizzo e l’orario di ufficio
  • Se lo stesso fornitore ti assisterà sempre, sia nei controlli che nella consegna
  • Chi copre il tuo fornitore di assistenza sanitaria quando non è disponibile
  • Il posto dove vuoi partorire
  • Il modo in cui il tuo fornitore si occupa delle preoccupazioni per telefono e chiamate dopo l’orario di ufficio

Cos’è una doula?

Una doula è un istruttore di nascita professionale, che offre supporto fisico ed emotivo alle donne durante il travaglio e il parto. Forniscono consigli su respirazione, rilassamento, movimenti e posizioni. Doula fornisce anche supporto emotivo e rassicurazione alle donne e ai loro partner durante il travaglio e il parto. Doula e ostetriche di solito lavorano come una squadra durante il travaglio. Uno studio recente ha dimostrato che il costante supporto delle doule durante il travaglio era direttamente correlato a nascite più brevi e meno uso di:

  • analgesici
  • Ossitocina (medicina per stimolare il travaglio)
  • cesarei

Luoghi per partorire

Molte donne hanno una posizione molto ferma su dove e come vorrebbero partorire. In generale, le donne possono scegliere tra il parto in un ospedale, un centro di maternità o a casa.  Inoltre, scopri se il medico o l’ostetrica che intendi scegliere possono partecipare alla nascita nel luogo in cui vuoi partorire.

  • Gli ospedali sono una buona scelta per le donne che soffrono di problemi di salute e le complicazioni durante la gravidanza, così come per le donne a rischio di avere problemi durante il travaglio e il parto. Gli ospedali offrono le attrezzature più avanzate e medici altamente qualificati per prendersi cura delle donne incinte e dei loro bambini. In un ospedale, i medici possono eseguire un taglio cesareo se la madre o il bambino sono a rischio durante il parto. Le donne possono avere epidurali o altri analgesici a portata di mano . Inoltre, sempre più ospedali offrono centri di maternità in loco con l’obiettivo di fornire uno stile di cura simile a quelli offerti dai centri maternità indipendenti.Quali domande porre quando si sceglie un ospedale:
    • È vicino a casa tua?
    • L’ospedale ha personale in grado di fornire analgesici (come un’epidurale) 24 ore al giorno?
    • Ti piacciono le sale di lavoro e di consegna?
    • Sono disponibili camere private?
    • Quanti compagni puoi ricevere nella stanza?
    • Avete un’unità di terapia intensiva neonatale (NICU) se c’è un problema serio con il bambino?
    • Il bambino può stare nella stanza con te?
    • L’ospedale offre al personale e all’ambiente la possibilità di allattare al seno con successo?
    • Hai un centro maternità in loco?
  • centri di maternità Offrono alle donne un ambiente familiare e confortevole in cui svolgere lavoro e partorire. In questi luoghi si cerca di rendere la manodopera e la consegna un processo naturale e personale, eliminando praticamente qualsiasi attrezzatura avanzata e procedura di routine. Pertanto, non ti verrà necessariamente somministrato per via endovenosa. Allo stesso modo, non avrai un monitor fetale elettronico collegato in modo permanente. Invece, l’ostetrica o l’infermiera controlleranno periodicamente il bambino con un dispositivo portatile. Una volta che il bambino è nato, tutti gli esami e le cure saranno effettuati nella tua stanza. Nei centri di maternità, di solito sono le ostetriche infermiere registrate che sono presenti alle consegne, non agli ostetrici.Nei centri di maternità non vengono somministrati epidurali ma vengono utilizzati alcuni analgesici. Se è necessario un parto cesareo, le donne vengono trasferite in un ospedale per eseguire la procedura. Dopo il parto, i bambini con complicazioni possono ricevere cure di emergenza di base sulla strada per l’ospedale.Molti centri di maternità hanno docce o vasche nelle stanze da offrire alle donne in travaglio. Hanno anche servizi simili a quelli trovati in una casa, come letti grandi e sedie a dondolo. In generale, i centri di maternità ammettono più persone nella sala parto rispetto agli ospedali.

    I centri di maternità possono essere trovati all’interno di ospedali, come parte dell’ospedale o come stabilimento completamente indipendente. Se vuoi partorire in un centro di maternità, assicurati di rispettare gli standard stabiliti dall’Accreditation Association for Ambulatory Health Care (AAAHC), dalla Joint Commission o dall’American Association of Birth Centers . I centri di maternità accreditati devono avere medici che possono lavorare in un ospedale vicino nel caso in cui ci sia un problema con la madre o il bambino. Inoltre, assicurarsi che il centro di maternità abbia il personale e l’ambiente adeguati per raggiungere un successo nell’allattamento al seno.

  • Le nascite domestiche sono un’opzione per le donne sane senza fattori di rischio che possono causare complicazioni durante la gravidanza, travaglio o parto. È anche importante che queste donne abbiano un sistema di contenimento e un’assistenza efficiente nella loro casa dopo il parto. Alcune ostetriche infermiere certificate e alcuni medici assistono alle consegne a domicilio. Molte compagnie di assicurazione sanitaria non coprono il costo delle nascite in casa. Scopri cosa copre il tuo piano se pensi di partorire a casa.Le nascite domestiche sono comuni in molti paesi in Europa. Ma negli Stati Uniti, le nascite in casa pianificate non sono approvate dal Congresso americano di ostetrici e ginecologi (ACOG). ACOG afferma che gli ospedali sono il luogo più sicuro per partorire. Secondo ACOG, in caso di emergenza, le attrezzature ospedaliere e il personale medico altamente qualificato possono fornire la migliore assistenza per la donna e il suo bambino.Se stai pensando di partorire a casa, dovresti analizzare i vantaggi e gli svantaggi. Il principale vantaggio di dare alla luce nella tua casa è che puoi passare attraverso il travaglio e la nascita dalla privacy e dal comfort della tua casa. Dal momento che non comporterà procedure mediche di routine, avrai il controllo della tua esperienza.

    Lo svantaggio principale di un parto domestico è che se si verifica un problema, né voi né il bambino avrete cure mediche immediate. Dovrai aspettare fino al loro trasferimento in ospedale. Inoltre, le donne che partoriscono a casa non hanno troppe opzioni analgesiche.

    Per garantire la tua sicurezza e quella del bambino, devi assumere un’ostetrica altamente qualificata ed esperta con un piano B sicuro. Avrai bisogno di un trasporto veloce e affidabile che ti porterà in ospedale. Se vivi lontano dall’ospedale, partorire a casa tua non è un’opzione raccomandabile. La tua ostetrica deve avere esperienza e avere la preparazione e gli elementi necessari per iniziare le cure d’emergenza nel caso in cui tu o il tuo bambino ne abbiate bisogno. La tua ostetrica dovrebbe anche essere in grado di contattare un medico 24 ore al giorno.

Test prenatali

Durante la gravidanza, i controlli frequenti sono molto importanti. Questa costante attenzione può aiutare a mantenere sani il bambino e te, rilevare eventuali problemi e evitare problemi durante il parto. Normalmente, vengono eseguiti controlli di routine:

  • Una volta al mese dalla quarta settimana al numero 28
  • Due volte al mese dalla settimana 28 alla 36
  • Settimanale dalla settimana 36 fino alla nascita

Le donne con gravidanze ad alto rischio dovrebbero consultare il proprio medico più spesso.

Alla prima visita, il medico eseguirà un esame fisico completo, richiederà esami del sangue e calcolerà la data stimata di consegna. Si può anche avere un esame del seno, un esame pelvico per controllare l’utero e un esame cervicale, che include un Pap test. Inoltre, ti farà anche molte domande sul tuo stile di vita, sulle relazioni e sulle abitudini sane. È importante che tu parli con totale onestà con il tuo medico.

Dopo la prima visita, la maggior parte delle visite prenatali includerà:

  • Controllo della pressione sanguigna e del peso
  • Controllo del ritmo cardiaco del bambino
  • Misurazioni dell’addome per controllare la crescita del bambino

Avrai anche alcuni test di routine durante la gravidanza, come test per rilevare l’ anemia , test per misurare il rischio di diabete gestazionale e test per le infezioni pericolose.

Unisciti al tuo medico per tenere traccia delle tue condizioni insieme. Tieni un registro di tutte le tue visite mediche, tutto è importante. Fagli domande e leggi per informarti su questo emozionante momento.

Controlla l’attività del bambino

Dopo 28 settimane, controlla i movimenti del tuo bambino. Questo ti aiuterà a notare se il tuo bambino si muove meno del normale, il che potrebbe indicare un problema e avrai bisogno di cure mediche. Un modo semplice per farlo è attraverso il metodo “conta fino a 10”. Conta i movimenti del bambino durante la notte, che è il momento in cui il feto tende ad essere più attivo. Sdraiati se trovi difficile sentire i movimenti del bambino. Nella maggior parte dei casi, le donne contano 10 movimenti in circa 20 minuti. Ma è raro che una donna registri meno di 10 movimenti in due ore quando il bambino è attivo. Conta i movimenti del bambino ogni giorno per vedere se è normale nel tuo caso. Chiamate il vostro medico se registrate meno di 10 movimenti in due ore o se notate che il bambino si muove meno del normale. Se il bambino non si muove del tutto, chiami immediatamente il medico.

Prove prenatali

I test che vengono effettuati durante la gravidanza hanno lo scopo di controllare la vostra salute e quella del bambino. Alla prima visita, il medico eseguirà dei test per rilevare:

  • Il tuo gruppo sanguigno e il fattore Rh
  • anemia
  • Infezioni, come la toxoplasmosi e malattie trasmesse sessualmente (MST), tra cui l’ epatite B , la sifilide, la clamidia e l’ HIV
  • Segni che confermano che sei immune alla rosolia (morbillo tedesco) e alla varicella

Durante la gravidanza, il medico o l’ostetrica possono anche suggerire altri test. Alcuni di questi test sono raccomandati a tutte le donne, come i test diagnostici per il diabete gestazionale, la sindrome di Down e l’HIV. Altri test possono essere offerti in base al tuo:

  • età
  • Famiglia e storia medica personale
  • Origini etniche
  • Risultati di test di routine

Alcuni di questi test sono diagnostici. Servono a rilevare rischi o segni di possibili problemi di salute del bambino stesso. A seconda dei risultati dei test diagnostici, il medico può raccomandare test diagnostici. I test diagnostici confermano o escludono problemi di salute che tu o il tuo bambino potrebbero soffrire.

Prove prenatali usuali

prova descrizione processo
amniocentesi

Questo test può diagnosticare alcuni difetti alla nascita, ad esempio:

  • Sindrome di Down
  • Fibrosi cistica
  • Spina bifida

Viene effettuato tra le 14 e le 20 settimane di gestazione.

Questo test è raccomandato per le coppie ad alto rischio di disturbi genetici. Permette anche di conoscere il DNA per i test di paternità.

Un ago molto sottile viene utilizzato per rimuovere una piccola quantità di liquido amniotico e cellule dalla borsa che ospita il feto. Il campione viene inviato ad un laboratorio per analizzare.
Profilo biofisico Questo test è fatto nel terzo trimestre per monitorare la salute generale del bambino e per aiutare a decidere se il bambino dovrebbe nascere prima del termine. Il profilo biofisico consiste in un’ecografia e un test fetale non stressante . Il profilo biofisico controlla la respirazione, il tono muscolare e la frequenza cardiaca del bambino, nonché il liquido amniotico.
Campionatura di villi coriali

Se questo test viene eseguito tra 10 e 13 settimane di gestazione, viene utilizzato per diagnosticare alcuni difetti alla nascita, come ad esempio:

  • Patologie cromosomiche, inclusa la sindrome di Down
  • Disturbi genetici, come la fibrosi cistica

Questo test è raccomandato per le coppie ad alto rischio di disturbi genetici. Permette anche di conoscere il DNA per i test di paternità.

Un ago prende un piccolo campione cellulare dalla placenta che viene inviato per l’analisi.
Test di screening nel primo trimestre

Un test di screening viene eseguito tra le 11 e le 14 settimane per rilevare un rischio elevato di:

  • Patologie cromosomiche, inclusa sindrome di Down e trisomia 18
  • Altri problemi, come difetti cardiaci

Puoi anche identificare più gravidanze. Sulla base dei risultati, il medico può raccomandare altri test per diagnosticare un disturbo.

Questo test consiste in un esame del sangue e un ultrasuono chiamato test di translucenza nucale. L’analisi del sangue viene utilizzata per conoscere i livelli di alcune sostanze presenti nel sangue della madre. Ultrasuoni misura la densità della parte posteriore del collo del bambino. Questa informazione, combinata con l’età della madre, aiuta i medici a determinare il rischio del feto.
Test della glicemia

Un test di screening viene eseguito tra 26 e 28 settimane per determinare il rischio che la madre possa soffrire di diabete gestazionale .

Sulla base dei risultati del test, il medico può suggerire un test di tolleranza al glucosio .

Per prima cosa ti fanno bere una bevanda particolarmente zuccherata.Un’ora dopo, viene prelevato un campione di sangue per rilevare se i livelli di zucchero nel sangue sono stati attivati.
Test di tolleranza al glucosio Questo test viene eseguito tra 26 e 28 settimane di gestazione per diagnosticare il diabete gestazionale . Il medico ti dirà cosa mangiare i giorni prima del test. Quindi, le 14 ore prima del test, non puoi mangiare o bere niente tranne piccoli sorsi d’acqua.Viene prelevato un campione di sangue per monitorare il “livello di glicemia a digiuno”. Quindi, ti daranno una bevanda zuccherata da bere. Il tuo sangue verrà analizzato ogni ora per tre ore per conoscere la reazione del tuo corpo all’assunzione di zucchero.
Infezione streptococcica di gruppo B Questo test viene eseguito tra le 36 e le 37 settimane di gestazione per rilevare i batteri che possono causarepolmonite o altre gravi infezioni nei neonati. Un tampone viene utilizzato per rimuovere le cellule dalla vagina e dal retto, che vengono inviati per l’analisi.
Test sul siero materno (noto anche come test di screening quadruplo, test triplo, test a triplo schermo, test di screening a più marker o test di alfa-fetoproteina sierica materna)

Un test di screening viene eseguito tra 15 e 20 settimane per rilevare un rischio elevato di:

  • Patologie cromosomiche, inclusa sindrome di Down e trisomia 18
  • Difetti nel tubo neurale, come la spina bifida

Sulla base dei risultati, il medico può raccomandare altri test per diagnosticare un disturbo.

Viene prelevato un campione di sangue per misurare i livelli di alcune sostanze nel sangue della madre.
Test fetale non stressante Questo test viene eseguito dopo 28 settimane per monitorare la salute del bambino. Può mostrare segni di sofferenza fetale; Ad esempio, se il bambino non riceve abbastanza ossigeno. Una cintura è posizionata attorno all’addome della madre per misurare la frequenza cardiaca del bambino in base ai propri movimenti.
ultrasuono

Un’ecografia può essere eseguita in qualsiasi momento durante la gravidanza. Gli ultrasuoni non sono esami di routine. Ma non è insolito per le donne avere un’ecografia standard ogni 18 o 20 settimane per verificare che non vi siano problemi con gli organi o con i sistemi del corpo del bambino, nonché per confermare l’età del feto e che stia crescendo correttamente. Attraverso questo test puoi anche conoscere il sesso del bambino.

Inoltre, questo test fa parte del test di screening nel primo trimestre e il profilo biofisico (BPP).

A seconda dei risultati del test, il medico può raccomandare altri test o altri tipi di ultrasuoni per rilevare determinati problemi.

Gli ultrasuoni usano le onde sonore per generare “un’immagine” del bambino su un monitor. In un’ecografia standard, un gel viene applicato all’addome. Uno speciale strumento scorre sull’addome, che consente al medico e a te di vedere il bambino su un monitor.
Test delle urine

Un campione di urina può rilevare segni di problemi di salute, come ad esempio:

  • Infezione del tratto urinario
  • diabete
  • preeclampsia

Se il medico sospetta che possa esserci un problema, probabilmente invierà il campione a un laboratorio per un’analisi più approfondita.

Comprendere i test prenatali e i risultati di questi

Se il medico consiglia alcuni test prenatali, non esitare a liberarti di tutti i dubbi. Prendi familiarità con il test, con i motivi per cui il medico lo consiglia e ciò che i risultati possono significare ti aiuterà ad affrontare eventuali timori o paure che potresti avere. Tieni presente che i test di screening non possono diagnosticare problemi. Servono a valutare i rischi. Pertanto, se i risultati dei test di screening sono atipici, ciò non significa necessariamente che il bambino abbia un problema. Per questo, saranno necessarie ulteriori informazioni. Il medico può spiegare i risultati e informarti sulle possibili misure da seguire.

Evitare l’ecografia non necessaria

Forse consideri che un’ecografia di memoria è fondamentale per l’album del bambino. Tuttavia, i medici consigliano di eseguire solo l’ecografia quando il medico lo indica. Alcune aziende vendono video e immagini di ultrasuoni “memoria”. Sebbene gli ultrasuoni siano considerati sicuri quando sono per scopi medici, l’esposizione all’energia ultrasonica semplicemente per avere un ricordo può mettere in pericolo la madre e il suo bambino. Non rischiare.

Gravidanze ad alto rischio

Le gravidanze che sono più soggette a problemi sono chiamate “ad alto rischio”. Ma questo non implica che ci sia necessariamente un problema. I seguenti fattori possono aumentare il rischio di problemi durante la gravidanza:

  • Essere molto giovani o over 35
  • Essere sovrappeso o sottopeso
  • Avendo avuto problemi in precedenti gravidanze
  • Soffrire di determinate condizioni di salute prima di rimanere incinta, come l’ ipertensione , il diabete , le malattie autoimmuni , il cancro e l’ HIV
  • Essere incinta di due gemelli o altro multiplo

Ci sono alcuni problemi di salute che possono manifestarsi durante la gravidanza e renderlo ad alto rischio, come il diabete gestazionale o la preeclampsia .

Le donne con gravidanze ad alto rischio devono prendere le cure prenatali con una frequenza più elevata del solito e in alcuni casi con un medico appositamente formato. Uno specialista in medicina fetale materna è un medico che si occupa di gravidanze ad alto rischio.

Se la tua gravidanza è considerata ad alto rischio, probabilmente sei preoccupata per la salute del tuo bambino e trovi difficile vivere la gravidanza. Condividi le tue preoccupazioni con il medico. Può spiegare i rischi e le possibilità che ci sia un vero problema. Inoltre, assicurarsi di seguire il consiglio del medico. Ad esempio, se ti dice di prendertela comoda, chiedi al tuo partner, alla tua famiglia e ai tuoi amici di aiutarti nei mesi che ci attendono. Ti sentirai meglio sapendo che stai facendo tutto il possibile per prendersi cura del bambino.

Paga per ottenere assistenza prenatale

La gravidanza può diventare stressante se sei preoccupata di non poterti offrire assistenza sanitaria per te e il bambino. Per molte donne, i costi extra di assistenza prenatale e tutto ciò che comporta la preparazione per l’arrivo del bambino sono travolgenti. La buona notizia è che le donne possono ottenere aiuto pagando le cure mediche durante la gravidanza. lo Stato offre un programma di assistenza. I programmi offrono cure mediche, informazioni, consigli e altri servizi che sono fondamentali per portare una gravidanza sana.