Tumore al seno – Sintomi e Terapia Chirurgica

Sintomi Cancro al seno

ASPETTI GENERALI

Il seno è composto da ghiandole chiamate lobuli che possono produrre latte e tubi sottili chiamati dotti e trasportano il latte dai lobuli al capezzolo. Il tessuto mammario contiene anche tessuto adiposo e connettivo, linfonodi e vasi sanguigni.

Il tipo più comune di cancro al seno è il carcinoma duttale, che inizia nelle cellule del dotto. Il cancro al seno può anche iniziare nelle cellule dei lobuli e in altri tessuti del seno. Il DCIS (Carcinoma duttale in situ) è una condizione in cui le cellule anormali si trovano nel rivestimento dei condotti, ma non diffondere all’esterno della condotta. Il cancro al seno che si è diffuso da dove è iniziato nei dotti o nei lobuli ai tessuti circostanti è chiamato carcinoma mammario invasivo. Nel caso del carcinoma mammario infiammatorio, il seno è rosso e gonfio e si sente caldo perché le cellule cancerogene bloccano i vasi linfatici della pelle.

Il cancro al seno è il secondo tumore più comune nelle donne, dopo il cancro della pelle. Può verificarsi in uomini e donne, ma è raro negli uomini. Ogni anno ci sono circa 100 volte più nuovi casi di cancro al seno nelle donne rispetto agli uomini.

Il cancro al seno è una malattia in cui le cellule maligne (cancerose) si formano nei tessuti del seno.

Il seno è composto da lobi e condotti . Ogni seno ha tra 15 e 20 sezioni chiamate lobi. Ogni lobo contiene molte piccole sezioni chiamate lobuli . I lobuli terminano in dozzine di minuscoli bulbi che producono latte. I lobi e i lobuli sono collegati da tubi sottili chiamati condotti.

Ogni seno ha anche vasi sanguigni e vasi linfatici . I vasi linfatici portano un fluido quasi incolore chiamato linfa . I vasi linfatici portano la linfa tra i linfonodi . Queste sono piccole strutture a forma di fagiolo che si trovano in tutto il corpo. Filtrano le sostanze nella linfa e aiutano a combattere infezioni e malattie. Ci sono gruppi di linfonodi vicino al seno sotto le ascelle (sotto le braccia), sopra la clavicola e nel petto.

Il tipo più comune di cancro al seno è il carcinoma duttale , che inizia nelle cellule del dotto. Il cancro che inizia nei lobi o lobuli si chiama carcinoma lobulare ed è più spesso si trovano in entrambi i seni rispetto ad altri tipi di tumore al seno. Il cancro al seno infiammatorio è una forma rara di cancro in cui il seno è caldo, rosso e gonfio.

Per ulteriori informazioni, vedere i seguenti riassunti PDQ sul tumore al seno:

  • Prevenzione del cancro al seno
  • Screening per il cancro al seno
  • Trattamento del cancro al seno in gravidanza
  • Trattamento del carcinoma mammario maschile
  • Trattamento dei tumori rari nell’infanzia (per informazioni sul tumore al seno in età pediatrica)

La storia familiare del cancro al seno e di altri fattori aumenta il rischio di sviluppare questo tumore.

Tutto ciò che aumenta la probabilità di avere una malattia è chiamato un fattore di rischio . La presenza di un fattore di rischio non significa che otterrai il cancro; Ma l’assenza di fattori di rischio non significa che non avrai il cancro. Verificare con il proprio medico se si pensa di essere a rischio di cancro al seno.

Altri fattori di rischio per il cancro al seno sono:

  • Avere una storia personale di carcinoma mammario invasivo carcinoma duttale in situ(DCIS)carcinoma lobulare in situ (CLIS).
  • Avere una storia personale di malattia benigna (non cancerosa) del seno.
  • Avere una storia familiare di cancro al seno in un parente di primo grado (madre, figlia o sorella).
  • Presentare modifiche ereditate nei geni BRCA1 o BRCA2 o in altri geni che aumentano il rischio di cancro al seno.
  • Presente tessuto mammario che sembra denso su una mammografia .
  • Esposizione del tessuto mammario agli estrogeni prodotti dall’organismo. Questo può essere dovuto a:
    • Avere le mestruazioni in tenera età.
    • Dare alla luce per la prima volta un’età più avanzata, o non aver mai avuto figli.
    • Presenta l’inizio della menopausa in età avanzata.
  • Assumere ormoni come gli estrogeni combinati con progestinici per i sintomi della menopausa.
  • Avere ricevuto un trattamento con radioterapia diretta al seno o al torace.
  • Consumare alcol .
  • Essere obesi .
  • Avere pelle bianca

L’età avanzata è il principale fattore di rischio per la maggior parte dei tumori. La possibilità di sviluppare il cancro aumenta man mano che si invecchia.

In alcuni casi, il cancro al seno è dovuto a mutazioni genetiche ereditarie (alterazioni).

I geni delle cellule portano le informazioni ereditarie che ogni persona riceve dai genitori. Il carcinoma mammario ereditario rappresenta circa il 5-10% di tutti i casi di cancro al seno. Alcuni geni con mutazioni correlate a questo tipo di cancro sono più comuni in alcuni gruppi etnici.

Le donne che hanno determinate mutazioni nei geni, come la mutazione BRCA1 o BRCA2,hanno un aumentato rischio di cancro al seno. Queste donne hanno anche un aumentato rischio di cancro ovarico e talvolta hanno un aumentato rischio di sviluppare altri tumori. Anche gli uomini che hanno una mutazione correlata al cancro al seno hanno un aumentato rischio di questo tumore. 

Esistono test che consentono di rilevare (trovare) geni mutati. Questi test genetici sono talvolta eseguiti per i membri di famiglie ad alto rischio di cancro.

L’uso di alcuni farmaci e di altri fattori riduce il rischio di cancro al seno.

Qualsiasi cosa che diminuisca la probabilità di avere una malattia è chiamata fattore di protezione .

I fattori protettivi contro il cancro al seno sono i seguenti:

  • Ricevi uno dei seguenti:
    • Terapia ormonale sostitutiva con estrogeni solo dopo un’isterectomia .
    • Modulatori selettivi del recettore dell’estrogeno (SERM).
    • Inibitori dell’aromatasi .
  • Meno esposizione del tessuto mammario agli estrogeni prodotti dall’organismo. Questo può essere una conseguenza di:
    • Gravidanza precoce
    • l’allattamento al seno.
  • Esercizio fisico sufficiente
  • Sottoporsi a una delle seguenti procedure:
    • Mastectomia per ridurre il rischio di cancro.
    • Ooforectomia per ridurre il rischio di cancro.
    • Ablazione ovarica .

I segni di cancro al seno includono una massa o un cambiamento nel seno.

Il cancro al seno o altre condizioni a volte causano questi e altri segni . Verificare con il proprio medico se si dispone di uno dei seguenti:

  • Massa o ispessimento nel seno o vicino ad esso, o nella zona dell’ascella.
  • Cambia le dimensioni o la forma del seno.
  • Dimple o rughe sulla pelle del seno.
  • Capezzolo che gira verso l’interno del seno.
  • Liquido che esce dal capezzolo, che non è il latte materno; soprattutto se è sanguinoso.
  • Pelle con squame, rossa o gonfia al seno, capezzolo o areola (zona scura della pelle che circonda il capezzolo).
  • Fossette nel seno simili alla pelle a buccia d’arancia (chiamata pelle a buccia d’arancia).

Per rilevare (trovare) e diagnosticare il cancro al seno, vengono utilizzati test che esaminano il seno.

Consultare un medico se si notano eventuali cambiamenti nel seno. I test e le procedure sono le seguenti:

  • Esame fisico e storia : Esame del corpo per verificare i segni generali di salute, compreso il controllo dei segni di malattia, come i noduli o qualsiasi altra cosa che sembra anormale. Vengono inoltre registrate la storia delle abitudini di salute del paziente e la storia medica delle loro malattie e trattamenti precedenti.
  • Esame clinico della mammella (ECM) : esame della mammella eseguito da un medico o altro operatore sanitario. Il medico palperà attentamente il seno e la zona delle ascelle per rilevare grumi o qualsiasi altra cosa che sembra insolita.
  • Mammografia : radiografia del seno.
  • Ultrasuoni : una procedura in cui le onde sonore ad alta energia (ultrasuoni) vengono rimbalzate dai tessuti o dagli organi interni per produrre echi. Gli echi formano un’immagine dei tessuti del corpo chiamata ecogramma . L’immagine può essere stampata per una visione successiva.
  • MRI (risonanza magnetica) : una procedura che utilizza un magnete, onde radio e un computer per creare una serie di immagini dettagliate di entrambi i seni. Questa procedura è anche chiamata risonanza magnetica nucleare (MRI).
  • Studi biochimici del sangue : una procedura in cui viene esaminato un campione di sangue per misurare la quantità di alcune sostanze rilasciate dagli organi e dai tessuti del corpo. Una quantità insolita (più alta o più bassa del normale) di una sostanza può essere un segno di malattia.
  • Biopsia : rimozione di cellule o tessuti in cui un patologo li osserva al microscopio e verifica la presenza di segni di cancro. Se si trova un nodulo nel seno, può essere eseguita una biopsia.

    Esistono quattro tipi di biopsie utilizzate per esaminare il cancro al seno:

    • Biopsia da escissione : rimozione completa di una massa tissutale.
    • Biopsia dell’incisione : rimozione di una parte di un campione di massa o di tessuto.
    • Biopsia ad ago spesso : rimozione del tessuto con un ago largo.
    • Biopsia per aspirazione con ago sottile ( FNA ) : rimozione di tessuto o fluido con un ago sottile.

Se viene trovato un cancro, vengono fatti dei test per studiare le cellule tumorali.

Le decisioni su quale sia il miglior trattamento sono fatte in base ai risultati di questi test. I test forniscono informazioni sui seguenti aspetti:

  • La velocità con cui cresce il cancro.
  • La possibilità che il cancro si diffonda in tutto il corpo.
  • L’efficacia di alcuni trattamenti.
  • La probabilità che il cancro si ripresenti (ritorna).

I test sono i seguenti:

  • Test del progesterone e del recettore degli estrogeni : un test che viene utilizzato per misurare la quantità di estrogeni e di recettori del progesterone (ormoni) nel tessuto canceroso. Se vengono rilevati più recettori estrogenici e progesterone del normale, il cancro è noto come recettore positivo per gli estrogeni o recettore positivo per il progesterone , o entrambi. Questo tipo di cancro cresce più velocemente. I risultati dei test indicano se il trattamento che previene l’azione di estrogeni e progesterone può arrestare la crescita del tumore.
  • Test del recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (HER2 / neu) : test di laboratorio per misurare il numero di geni presenti , HER2 / neu  e la quantità di proteinaHER2 / neu prodotta in un campione di tessuto. Se ci sono più geni HER2 / neu o concentrazioni più elevate di HER2 / neu rispetto al normale, il cancro è noto come HER2 positivo . Questo tipo di cancro può crescere più velocemente ed è più probabile che si diffonda ad altre parti del corpo. Il cancro può essere trattato con farmaci che prendono di mira la proteina HER2 / neu come trastuzumab e pertuzumab .
  • Test multigenici : test in cui vengono studiati campioni di tessuto per osservare contemporaneamente l’attività di diversi geni. Questi test possono aiutare a prevedere se il cancro si diffonderà in altre parti del corpo o se si ripresenterà (torna indietro).

    Esistono molti tipi di test multigenici. I seguenti sono stati studiati in studi clinici :

    • DX Oncotype : Questo test aiuta a prevedere se il cancro al seno in stadio I o il cancro al seno in stadio II che hanno estrogeni recettori positivi e linfonodi negativi si diffonderanno ad altre parti del corpo. Se il rischio di una futura diffusione del cancro è elevato, la chemioterapia può essere somministrata per ridurre il rischio.
    • MammaPrint : questo test aiuta a prevedere se un carcinoma mammario in stadio I o II con nodi negativi si diffonderà in altre parti del corpo. Se il rischio di una futura diffusione è elevato, la chemioterapia può essere somministrata per ridurre il rischio.

Secondo questi test, il cancro al seno è descritto come uno dei seguenti tipi:

  • Recettore dell’ormone positivo (recettore dell’estrogeno o recettore del progesterone positivo ) o recettore dell’ormone negativo ( recettore dell’estrogeno o recettore del progesterone negativo ).
  • Positivo a HER2 / neu o negativo a HER2 / neu .
  • Triplo negativo (recettore dell’estrogeno, recettore del progesterone e HER2 / neu negativo).

Questa informazione facilita la decisione del medico circa i trattamenti che avranno l’effetto migliore per il cancro che hai.

Alcuni fattori influenzano la prognosi (probabilità di recupero) e le opzioni di trattamento.

La prognosi (probabilità di recupero ) e le opzioni di trattamento dipendono dai seguenti aspetti:

  • Fase cancro (dimensioni del tumore e se si è nel seno o si è diffuso ai linfonodi o altre parti del corpo).
  • Tipo di tumore al seno
  • Concentrazioni di estrogeni e recettori del progesterone nel tessuto tumorale.
  • Concentrazioni dei recettori del fattore di crescita epidermico umano di tipo 2 (HER2 / neu) nel tessuto tumorale.
  • Se il tessuto tumorale è triplo negativo (cellule che non hanno recettori estrogenici, recettori per il progesterone o alte concentrazioni di HER2 / neu).
  • Rapidità con cui cresce il tumore.
  • Probabilità che il tumore riceva (ritorna).
  • Età della donna, stato di salute generale e menopausa (se la donna ha ancora periodi mestruali ).
  • Se il tumore è stato diagnosticato di recente o se si ripresenta (è tornato).

Sezione successiva>
Fasi del cancro al seno

Domande per il medico: test genetici per conoscere il rischio di soffrire di cancro al seno e alle ovaie >>>

Counseling e test genetici possono aiutarti a capire il tuo rischio di soffrire di alcuni tipi di cancro. I test genetici consentono ai medici di cercare mutazioni (alterazioni) in alcuni geni.

Se hai una mutazione genetica nel gene BRCA1 o nel gene BRCA2 , è più probabile che tu abbia un cancro al seno o alle ovaie. Potresti anche essere a più alto rischio di soffrire di altri tipi di cancro.

Parlate con il vostro medico di test genetici che indicano il rischio di contrarre il cancro al seno o alle ovaie se:

  • Uno dei membri della tua famiglia ha avuto un cancro al seno prima dei 50 anni.
  • Uno dei tuoi parenti ha avuto il cancro in entrambi i seni.
  • Uno dei tuoi parenti ha avuto il cancro al seno e alle ovaie.
  • Uno dei tuoi parenti maschi ha avuto un cancro al seno.
  • Due o più membri della tua famiglia hanno avuto un cancro al seno.
  • Sei un discendente di ebrei provenienti dall’Europa orientale.

Se i test genetici dimostrano che sei a maggior rischio di sviluppare il cancro al seno o alle ovaie, puoi parlare con il medico delle opzioni che devi controllare.

Cosa dovrei chiedere al dottore?

Andare dal dottore può essere stressante. È bello avere le domande che vuoi chiedere in anticipo. Stampa questo elenco di domande e portalo al tuo prossimo appuntamento con il medico. Forse vuoi chiedere ad un parente o amico vicino di accompagnarti a prendere appunti.

  • Che rischio corro dal cancro al seno o alle ovaie?
  • Quali segnali di avvertimento dovrei tenere a mente?
  • Sulla base della mia storia familiare, consiglieresti test genetici per scoprire quale rischio corro?
  • Quali sono i benefici e i rischi dei test genetici?
  • Quanto è probabile che io abbia una mutazione (alterazione) in un gene che potrebbe aumentare il rischio di cancro?
  • Cosa significherebbe per me avere un risultato positivo o negativo?
  • Se ho una mutazione in un gene, quali opzioni ho?
  • Se ho una mutazione in un gene, come potrebbe influire sulla salute dei miei figli?
  • Se ho una mutazione in un gene, cosa significa questo per gli altri membri della mia famiglia?
  • Se vengo messo alla prova, chi può vedere i risultati?
  • Oltre alle mutazioni nei geni, quali altre cose aumentano il rischio di cancro al seno e alle ovaie?
  • Se avessi una mutazione in un gene e avessi deciso di non eseguire i test genetici, quali sono i tipi di screening del cancro al seno e alle ovaie che consigli?
  • Ha informazioni che puoi portare a casa sui test genetici?