Depressione maschile | Mente inquieta. Stress ansia | corpo e mente

Uomini e depressione

La depressione colpisce sia uomini che donne, ma i sintomi possono essere molto diversi. Gli uomini depressi possono sembrare arrabbiati o aggressivi invece che tristi. I tuoi familiari, amici e persino i tuoi medici non sempre riconoscono la rabbia o l’aggressività come sintomi di depressione. Inoltre, gli uomini hanno meno probabilità rispetto alle donne di riconoscere, parlare o cercare un trattamento per la depressione. Tuttavia, la depressione colpisce un gran numero di uomini.

Cos’è la depressione?

Tutti, ad un certo punto, ci sentiamo tristi, irritabili o occasionalmente abbiamo problemi a dormire. Tuttavia, questi sentimenti e problemi di solito scompaiono dopo pochi giorni. La depressione è un disturbo dell’umore comune ma grave, che può causare sintomi significativi. La depressione influisce sulla capacità di sentire, pensare e gestire le attività quotidiane. Un uomo deve avere sintomi da almeno due settimane per la diagnosi di depressione, che è anche nota come  depressione clinica .

Sebbene la depressione possa colpire sia uomini che donne, la volontà degli uomini di parlare dei loro sentimenti può essere molto diversa. Questo è uno dei motivi per cui i sintomi della depressione negli uomini possono anche essere molto diversi rispetto alle donne.

Ad esempio, alcuni uomini con depressione nascondono le loro emozioni e possono sembrare arrabbiati, irritabili o aggressivi, mentre molte donne sembrano tristi o esprimono tristezza. Gli uomini con depressione possono sentirsi molto stanchi e perdere interesse nel lavoro, nella famiglia o nei loro hobby . Possono anche avere più difficoltà a dormire rispetto alle donne che hanno la depressione. A volte i sintomi della tua salute mentale sembrano essere problemi fisici. Ad esempio, un battito cardiaco accelerato, pressione al petto, mal di testa o problemi digestivi possono essere segni di un problema di salute mentale. Molti uomini hanno maggiori probabilità di vedere il proprio medico sui sintomi fisici rispetto ai sintomi emotivi.

Alcuni uomini possono ricorrere a droghe o alcol per cercare di far fronte ai loro sintomi emotivi. Inoltre, mentre le donne con depressione hanno maggiori probabilità di tentare il suicidio, è più comune per gli uomini morire per suicidio, in quanto tendono a utilizzare metodi più letali.

La depressione può colpire qualsiasi uomo a qualsiasi età. Con la giusta terapia, la maggior parte degli uomini depressi può migliorare e riacquistare il loro interesse per il lavoro, la famiglia e gli hobby.

Quali sono i segni e i sintomi della depressione negli uomini?

I sintomi variano da uomo a uomo, ma alcuni sintomi comuni di depressione includono:

  • Rabbia, irritabilità o aggressività
  • Sentimenti di ansia, irrequietezza o “essere sull’orlo dell’abisso”
  • Perdita di interesse per lavoro, famiglia o attività che in precedenza erano piacevoli
  • Problemi con la libido o desiderio sessuale e prestazioni sessuali
  • Sentimenti di tristezza, “vuoto” o mancanza di speranza.
  • Difficoltà a concentrarsi o ricordare i dettagli
  • Stanchezza, mancanza di sonno o troppo sonno
  • Mangiare troppo o non voler mangiare nulla
  • Pensieri suicidi o tentativi di suicidio
  • Dolore fisico o disagio, mal di testa, crampi allo stomaco (coliche) o problemi digestivi
  • Incapacità di soddisfare le responsabilità lavorative, l’assistenza familiare o altre attività importanti
  • Partecipazione ad attività ad alto rischio
  • Necessità di consumare alcol o droghe
  • Isoli te stesso o parti dalla famiglia e dagli amici

Non tutti gli uomini che sono depressi hanno tutti i sintomi. Alcuni uomini hanno solo pochi sintomi mentre altri possono averne molti.

Quali sono i diversi tipi di depressione?

I tipi più comuni di depressione sono:

Depressione maggiore o depressione grave: sintomi depressivi che interferiscono con la capacità di lavorare, dormire, studiare, mangiare e godere di molti aspetti della vita. Alcune persone possono avere un singolo episodio nella vita, ma più spesso hanno diversi episodi. Forme specifiche o sottotipi di depressione maggiore includono:

  • Depressione psicotica: depressione grave associata a delusioni (false credenze fisse) o allucinazioni (udire o vedere cose che non sono reali). Questi sintomi psicotici sono depressivi. Ad esempio, un uomo può credere di essere malato o che è povero quando non lo è, oppure può sentire voci che non sono reali che gli dicono che è inutile.
  • Disturbo affettivo stagionale: è caratterizzato dalla comparsa di sintomi di depressione ogni anno durante i mesi invernali, quando diminuiscono le ore di luce solare.
  • Disturbo depressivo persistente (chiamato anche distimia): sintomi depressivi che durano a lungo (2 anni o più), ma sono meno gravi di quelli della depressione maggiore.
  • Depressione lieve o depressione minore: simile alla depressione maggiore e al disturbo depressivo persistente, ma i sintomi sono meno gravi e possono non durare a lungo.

Il disturbo bipolare è diverso dalla depressione. È incluso in questo elenco perché una persona con disturbo bipolare ha episodi di umore molto basso (depressione). Tuttavia, la persona con disturbo bipolare ha anche stati d’animo estremamente alti (chiamati “mania”).

Cosa causa depressione negli uomini?

La depressione è uno dei disturbi mentali più comuni in Italia e nel Mondo. La ricerca attuale suggerisce che la depressione è causata da una combinazione di fattori di rischio che includono:

  • Fattori genetici: gli uomini che hanno una storia familiare di depressione possono avere maggiori probabilità di sviluppare la malattia rispetto a quelli i cui familiari non soffrono di depressione.
  • Lo stress ambientale: problemi finanziari, la perdita di una persona cara, una relazione difficile, importanti cambiamenti nella vita, problemi di lavoro o una situazione stressante possono scatenare la depressione in alcuni uomini.
  • Malattie: la depressione può verificarsi con altre gravi condizioni mediche, come diabete, cancro, malattie cardiache o morbo di Parkinson. La depressione può peggiorare queste malattie e viceversa. A volte, i farmaci che vengono presi per trattare queste malattie possono causare effetti collaterali che innescano o aggravano la depressione.

Come viene trattata la depressione?

Gli uomini spesso evitano di affrontare i loro sentimenti. In molti casi, amici e familiari sono i primi a riconoscere di esserci depressi. È importante che gli amici e la famiglia sostengano e incoraggino la loro amata a visitare un medico o un professionista della salute mentale per una valutazione. Un professionista sanitario può fare un esame medico o test di laboratorio per escludere altri problemi medici che potrebbero avere sintomi simili a quelli della depressione. Puoi anche sapere se alcuni farmaci stanno causando la depressione.

Il medico deve avere una storia clinica completa dei sintomi, ad esempio quando hanno iniziato, per quanto tempo sono durati, se sono molto gravi, se si sono verificati prima e, in caso affermativo, come sono stati trattati. È importante che gli uomini che cercano aiuto siano aperti e onesti su ogni tentativo di “auto-medicare” con alcol o farmaci da banco, giochi d’azzardo o attività ad alto rischio. Una storia medica completa dovrebbe includere informazioni su qualsiasi storia familiare di depressione o altri disturbi mentali.

Una volta diagnosticata, la depressione viene solitamente trattata con farmaci o psicoterapia (entrambi i collegamenti in inglese) o una combinazione di entrambi. L’approccio sempre più popolare di “intervento globale di cura o” assistenza collaborativa “combina l’attenzione alla salute fisica e comportamentale. L’assistenza collaborativa coinvolge un gruppo di operatori sanitari e amministratori, tra cui un medico di base e specialisti.

farmaci

I farmaci antidepressivi di solito funzionano bene per curare la depressione, ma potrebbe essere necessario prenderli per diverse settimane per notare la loro efficacia. Spesso con i farmaci, i sintomi come il sonno, l’appetito e i problemi di concentrazione migliorano prima di vedere un miglioramento dell’umore. Pertanto, è importante prendere il farmaco per un tempo adeguato prima di decidere se è efficace o meno.

Gli effetti collaterali che gli antidepressivi possono avere includono:

  • Mal di testa
  • Nausea o mal di stomaco
  • Difficoltà a dormire e nervosismo
  • Agitazione o irrequietezza
  • Problemi sessuali

La maggior parte degli effetti indesiderati si riduce nel tempo, ma è importante comunicare al medico eventuali effetti collaterali. Per ridurre al minimo gli effetti avversi, può essere utile iniziare con basse dosi di antidepressivi e aumentarli gradualmente fino al raggiungimento della dose terapeutica completa.

È importante sapere che sebbene gli antidepressivi possano essere sicuri ed efficaci per molte persone, possono presentare seri rischi per altre persone, in particolare per bambini, adolescenti e giovani adulti. Un’etichetta di avvertimento “scatola nera” è stata aggiunta agli antidepressivi. Un avvertimento “scatola nera” è il tipo più grave di avvertimento che un farmaco con obbligo di prescrizione può avere. Questa etichetta avverte il pubblico che gli antidepressivi possono far pensare ad alcuni giovani di avere pensieri suicidi o aumentare il rischio di tentare il suicidio. Ciò è particolarmente vero per le persone che sono agitate quando iniziano a prendere il farmaco e prima che inizi a fare effetto. Chiunque prenda antidepressivi deve essere osservato attentamente, soprattutto quando iniziano a prenderli.

Tuttavia, per la maggior parte delle persone, i rischi di non curare la depressione superano di gran lunga i rischi di assumere antidepressivi sotto la supervisione di un medico. Un attento monitoraggio da parte di un professionista della salute riduce al minimo qualsiasi rischio potenziale.

Per ragioni che non sono ben comprese, molte persone rispondono meglio ad alcuni antidepressivi rispetto ad altri. Se il paziente non risponde a un farmaco, il medico può suggerire di provare un altro. A volte, il farmaco può essere solo parzialmente efficace. In tal caso, potrebbe essere aggiunto un altro farmaco per contribuire a migliorare l’efficacia dell’antidepressivo.

Se inizi ad assumere antidepressivi, non smettere di prenderli senza l’aiuto di un medico. A volte le persone che assumono antidepressivi si sentono meglio. Pertanto, smettono di prenderli da soli e la depressione ritorna. Quando è il momento di lasciare il farmaco, di solito dopo un corso di 6-12 mesi, il medico ti aiuterà a ridurre la dose lentamente e in sicurezza. Arrestare bruscamente gli antidepressivi può causare sintomi di sindrome da astinenza.

Alcune persone che ricadono in depressione dopo aver interrotto un antidepressivo beneficiano del trattamento con il farmaco per alcuni mesi o più.

 

psicoterapia

Esistono diversi tipi di psicoterapia o “terapia del dialogo” che possono aiutare a curare la depressione. Alcune forme di psicoterapia possono essere efficaci quanto i farmaci per trattare alcuni tipi di depressione. La psicoterapia aiuta insegnando nuovi modi di pensare e comportarsi e cambiando le abitudini che possono contribuire alla depressione. La psicoterapia può anche aiutare gli uomini a comprendere e risolvere situazioni o rapporti difficili che potrebbero causare o peggiorare la loro depressione.

La terapia cognitivo-comportamentale, la terapia interpersonale e la terapia per la risoluzione dei problemi sono esempi di terapie di dialogo basate sull’evidenza utilizzate per trattare la depressione.

Il trattamento per la depressione deve essere personalizzato. Alcuni uomini possono provare prima la psicoterapia e aggiungere successivamente antidepressivi se ne hanno bisogno. Altri possono iniziare il trattamento con entrambi i farmaci e la psicoterapia.

Terapie di stimolazione cerebrale

I trattamenti di stimolazione cerebrale possono essere considerati quando altri approcci non hanno successo o non sono desiderati. Uno dei trattamenti più antichi in psichiatria, la terapia elettroconvulsivante, è ancora usato oggi. In generale, la terapia elettroconvulsivante viene utilizzata nei casi di depressione grave che non ha risposto a diversi cicli di antidepressivi o quando vi è un grande bisogno di rapido sollievo. Ad esempio, la terapia elettroconvulsiva può essere presa in considerazione quando qualcuno ha forti pensieri o piani suicidi, o ha smesso di mangiare e bere correttamente. I progressi nella terapia elettroconvulsiva lo rendono sicuro ed efficace per la maggior parte delle persone. Tuttavia, la preoccupazione per la possibile perdita di memoria e lo stigma che ancora esiste in relazione a questo metodo hanno limitato la sua disponibilità e accettabilità in alcuni punti. La terapia elettroconvulsivante è generalmente considerata il gold standard per la depressione grave.

C’è un altro tipo di stimolazione cerebrale che utilizza uno stimolo magnetico ed è noto come stimolazione magnetica transcranica. La stimolazione magnetica transcranica è un trattamento approvato per la depressione che è stato usato per quasi un decennio. stimolazione magnetica transcranica è meno potente di trattamento di terapia elettroconvulsiva, ma quando un segmento di stimolazione magnetica transcranica quasi ogni giorno è fatto per diverse settimane, è un vantaggio in almeno la metà di coloro che si sottopongono alla serie completa.

Come posso aiutare una persona cara che è depressa?

È importante ricordare che una persona depressa non può semplicemente “uscirne”. È anche importante sapere che potresti non riconoscere i sintomi e che potresti non voler ottenere un trattamento professionale.

Se pensi che qualcuno abbia la depressione, puoi aiutarli a trovare un dottore o un professionista della salute mentale e fissare un appuntamento. Anche gli uomini che hanno difficoltà a riconoscere di essere depressi possono accettare di cercare aiuto per sintomi fisici, come stanchezza o esaurimento. Potresti essere disposto a parlare con il tuo dottore regolaremente delle nuove difficoltà che stai incontrando sul lavoro o della tua perdita di interesse per le cose che ti piacevano. Parlare con un fornitore di cure primarie può essere un buon primo passo per conoscere e curare la possibile depressione.

Altre cose che puoi fare per aiutare la persona :

  • Offri supporto, comprensione, pazienza e incoraggiamento
  • Parla con lui e ascoltalo attentamente
  • Non ignorare mai i suoi commenti sul suicidio e informare il terapeuta o il medico
  • Aiutalo ad aumentare il suo livello di attività fisica e sociale invitandolo a fare escursioni, a fare o guardare sport e altri eventi. Se dice “no”, continua a provare, ma non insistere perché faccia troppo presto.
  • Raccomanda di informare il medico o il fornitore di assistenza sanitaria in merito a eventuali dubbi sui farmaci
  • Assicurati che partecipi ai suoi appuntamenti medici
  • Ricordagli che nel tempo e con il trattamento, la depressione passerà

Come posso aiutare me stesso se sono depresso?

La cosa più importante da fare è consultare un professionista della salute il prima possibile. La ricerca mostra che ricevere un trattamento precoce può alleviare i sintomi più velocemente e ridurre la durata del trattamento.

Le seguenti cose possono anche aiutarti:

  • Trascorrere del tempo con altre persone e parlare con un amico o un parente di ciò che si sente
  • Aumenta la quantità di attività fisica che fai. L’esercizio fisico regolare può aiutare le persone con depressione lieve o moderata e può essere parte di un piano di trattamento per le persone con depressione grave. Parlate con il vostro professionista della salute su quale tipo di esercizio è giusto per voi.
  • Dividi grandi compiti in piccoli e fai quello che puoi, quando puoi. Non cercare di fare troppe cose contemporaneamente
  • Rallenta le decisioni importanti finché non ti senti meglio. Parla di queste decisioni con altre persone che ti conoscono bene.
  • Mantenere le routine quotidiane stabilite. Ad esempio, mangiare e sdraiarsi a dormire alla stessa ora ogni giorno.
  • Evitare le bevande alcoliche.

Mentre continui nel trattamento, a poco a poco inizierai a sentirti meglio. Ricorda che se stai assumendo un antidepressivo, potrebbero essere necessarie diverse settimane per entrare in vigore. Prova a fare le cose che amavi prima di essere depresso. Non essere duro con te stesso.

Cosa succede se io o qualcuno che conosco è in crisi?

Gli uomini depressi rischiano il suicidio. Se tu o qualcuno che conosci è in crisi, chiedi aiuto immediatamente.

  • Chiama il dottore.
  • Chiama i servizi di emergenza.
  • Vai al pronto soccorso più vicino.

In molti casi, una crisi può essere evitata quando amici o familiari partecipano al trattamento e possono riconoscere i segnali di allarme di una crisi. Questi segnali di avvertimento sono diversi tra una persona e l’altra. Qualcuno potrebbe avere più difficoltà a dormire e ad essere più agitato. Nel frattempo, un’altra persona può dormire di più, smettere di mangiare e concentrarsi su pensieri inquietanti. Avere un piano può aiutare a prevenire una crisi e questo piano dovrebbe avere i segnali di avvertimento della persona interessata, cioè le cose o le azioni che normalmente si verificano prima di una crisi, e le informazioni di contatto del fornitore di assistenza sanitaria.