Mangiare sano per raggiungere l’armonia . La nutrizione è il punto di partenza per il resto dei processi che vengono eseguiti. Pertanto, non è un’esagerazione se si dice che mangiare correttamente si traduce in salute e persino felicità. Ora, la prossima cosa in quest’area è essere chiari su cosa mangiare affinché il corpo raggiunga le sue migliori prestazioni. Non si tratta di determinare in queste pagine una dieta unica, perché ogni individuo ha esigenze nutrizionali specifiche, che devono essere direttamente supervisionate da uno specialista. Piuttosto, l’intenzione è quella di considerare quegli alimenti che sono più nutrienti per l’essere umano e che contribuiscono al loro stato ideale di pienezza fisica, mentale e spirituale e ridurre anche il rischio di soffrire di qualsiasi malattia.

Dalla bocca allo spirito

Tutto ciò che entra nel corpo attraverso cibo, acqua, aria, pensieri, suoni, ecc., Costruisce, e impatta direttamente. Pertanto, quando un cibo nutrizionalmente povero viene ingerito e in grado di produrre tossine, l’organismo viene contaminato, compresa la sua sfera energetica, spirituale, emotiva, sentimentale, mentale, comportamentale e il suo rapporto con l’ambiente.

Da un altro punto di vista, la mente e i pensieri hanno un effetto sul funzionamento degli organi e delle ghiandole, al punto da alterare la loro struttura chimica. In altre parole, ciò che attraversa la mente influenza il DNA e fa ammalare o guarire il corpo. Quindi, un cervello ben nutrito, attraverso una corretta alimentazione, produce un pensiero lucido, aumenta la capacità di autocontrollo, sviluppa un livello più elevato di coscienza e ha una maggiore resistenza alle esigenze.

Alimentazione sana: dati pratici


Potenziale alimentare

Ogni alimento fornisce nutrienti specifici che sono essenziali per il corretto funzionamento dell’intero essere.

Acqua


Bisognerebbe bere circa otto bicchieri al giorno circa. Poiché la disidratazione viene spesso confusa con la fame, prima di rispondere all’impulso di mangiare qualcosa in fretta, è meglio bere un bicchiere d’acqua. Inoltre, si consiglia di berlo tra i pasti per evitare di alterare i processi digestivi.

Frutta


Fonte di vitamine, fibre e antiossidanti. Dovrebbero essere consumati da due a tre porzioni al giorno. Possono essere mangiati da soli e, dopo due ore, mangiamo un altro alimento proteico. Sono combinabili con yogurt, mandorle o latte ottenuti da questa frutta secca. Alcuni dei migliori sono: fragola, lampone, mela verde, melone, banana, ananas, limone, kiwi. A causa del indice glicemico, dovrebbe essere controllato il consumo di: mandarino, arancia, pesca, mango, melone verde, banana, anguria, mela rossa, pera, uva o fichi.

Verdure


Forniscono vitamine, fibre, calcio, acido folico, magnesio, potassio, ferro e proteine. Inoltre, contengono clorofilla, che fornisce energia per rafforzare il sistema immunitario. È preferibile mangiarli crudi o nel succo. Almeno quattro tazze a settimana di verdure dovrebbero essere consumate . Tra i più importanti ci sono: broccoli, spinaci, bietole, cavoli, rucola, asparagi, cavoli, cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, melanzane, zucchine, carote, pomodori, cetrioli, cipolla, prezzemolo, coriandolo o lattuga rossa e verde.

Cereali


Si consiglia gli integrali. Contengono principalmente carboidrati, proteine, fibre, vitamina B e antiossidanti. Sono una fonte di energia. Si consiglia di consumare 2-3 porzioni al giorno. Tra i migliori ci sono: avena, riso, grano, mais, orzo, segale e quinoa.

Grano


Contengono fibre, acido folico e vitamina B. Il suo consumo aiuta a: ridurre la glicemia, il colesterolo cattivo e il rischio di malattie cardiovascolari; controllo del peso; Ridistribuire il grasso e migliora i movimenti gastrointestinali. È cardinale combinarli con alcuni carboidrati, come il riso, per le loro proteine. Allo stesso modo, è necessario bollirli e gettare l’acqua tinta prima di mangiarli. I migliori sono: fagioli neri, piselli, ceci e lenticchie.

Grassi


Sono macronutrienti che dovrebbero essere consumati con moderazione. Forniscono energia al corpo per il normale funzionamento. Contribuiscono all’assorbimento delle vitamine e alla salute di unghie e capelli. Quelli sani aumentano il colesterolo buono e proteggono da malattie cardiache, cancro e depressione. Circa 3 grammi di Omega 3, un buon grasso, migliora la funzione tiroidea, regolando il metabolismo. Alcuni di questi alimenti sono: pesce come salmone e sardine, avocado, olio extra vergine di oliva, olive, semi, mandorle o noci.

Proteina


Sono necessari per rinnovare le cellule e stabilizzare lo zucchero nel sangue. Le informazioni rivelate dalla Harvard TH Chan School of Public Health dell’Università di Harvard affermano che negli Stati Uniti la quantità giornaliera raccomandata di proteine ​​è di 46 grammi per le donne sopra i 19 e 56 grammi per gli uomini sopra i 19 . Inoltre, diversi studi nutrizionali in tutto il mondo concordano sul fatto che un apporto di 1,2-1,5 grammi di proteine ​​per chilogrammo di peso corporeo ogni giorno è sicuro e ha effetti benefici.

Proteine: animali contro vegetali

Ci sono molti studi che dimostrano che le proteine ​​animali danneggiano il benessere dell’essere umano. Secondo le informazioni diffuse dal World Cancer Research Fund International , l’assunzione di proteine ​​animali esagerate è associata a malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, tumore del colon-retto e della mammella. Questa stessa organizzazione indica anche che un elevato apporto di proteine ​​di origine animale, in particolare carni rosse trasformate e non trasformate, è associato ad un tasso di mortalità più elevato; mentre un elevato apporto di proteine ​​vegetali è correlato a un minor rischio di morte.

A partire da quanto sopra, si suggerisce un consumo più elevato di proteine ​​vegetali che di origine animale per coprire il fabbisogno proteico giornaliero, poiché il primo offre un ricco contenuto di fibre, antiossidanti e fitonutrienti, che il secondo non offre. Allo stesso modo, si raccomanda quello che provenga da fonti come fagioli, cereali, noci e semi.

Ciò che le proteine ​​animali forniscono è un alto valore biologico e aminoacidi essenziali per il corpo. Basta mangiare carne rossa o bianca, latticini, uova e pesce, due o tre volte a settimana. Preferibilmente, dovresti consumare carni bianche una volta, una volta rosse e poi due volte pesce.

Le persone che non mangiano carne rossa, pesce, pollo, uova o latticini, devono mangiare ogni giorno una varietà di alimenti contenenti proteine ​​vegetali per ottenere tutti gli aminoacidi necessari, al fine di soddisfare le esigenze quotidiane e raggiungere il rinnovamento cellulare.

Flexitariana: l’opzione migliore

La parola Flexitarian è l’unione delle parole flessibili e vegetariane. Il concetto si riferisce a una dieta basata sul consumo di frutta e verdura, che migliora le proteine ​​vegetali di legumi, cereali o noci. Ma questo include anche uova, latticini e pesce. Allo stesso tempo, riduce o elimina nella sua totalità il consumo di carne.

Autore : Ana Teresa Neri. Ha una laurea in Nutrizione e Dietetica.